Vertenza Camp Darby, Vittorio Salsedo: “Una buona notizia”

PISA – “Una buona notizia“.  Così Vittorio Salsedo, segretario generale di Fisascat/Cisl, commenta l’ordine del giorno che «impegna il Governo a valutare la possibilità di rifinanziare la legge n.98 del 1971».
«Se il governo uscente o, più probabilmente, il prossimo, decidessero di seguire questa strada, anche i 41 dipendenti licenziati lo scorso 30 settembre, potrebbero essere assorbiti nelle pubbliche amministrazioni».

Intanto il prossimo 4 febbraio 2013 è fissata in Tribunale un’altra udienza per discutere il ricorso con cui la Fisascat/Cisl aveva denunciato la condotta antisindacale del Governo degli Stati Uniti d’America nella gestione degli esuberi di Camp Darby.

Ecco qual è il punto della situazione: «All’ultima udienza dello scorso 27 novembre – ricostruiscono i legali dello studio Cerrai, che seguono la vertenza per conto del sindacato – il Governo americano, che fino ad allora non si era mai presentato in Tribunale e che nel frattempo era stato dichiarato contumace, è informalmente comparso, senza peraltro costituirsi in giudizio». A difendere la posizione del governo degli Usa sono gli studi Cosmelli di Roma e Barbieri di Pisa.

By