Verso Pisa-Prato. Pane indica la strada: intensità, rabbia e cattiveria

PISA – La partita con il Prato è il primo dei tre incontri del Pisa nei tredici giorni che mancano alle feste natalizie. Mister Alessandro Pane indica la strada per mantenere il primo posto e continuare a sognare.

Pisa-Prato, che partita sarà?

“Il Prato sarà un brutto cliente. Sarà una delle gare più difficili per il momento dei nostri avversari, che arrivano da tre vittorie su quattro incontri. La voglia e la compatezza di squadra sono la loro forza”.

Che cosa ti viene in mente prima di questa partita?

“In queste ultime tre gare prima delle feste dobbiamo raccogliere il massimo. Solo mettendo rabbia e cattiveria possiamo riuscire a far bene. La tappa con il Prato rappresenta il primo scoglio da superare”.

Che cosa dovrà fare il Pisa per arginare l’ostacolo Prato?

“Dovremo dare il cento per cento di noi stessi e giocare ad un intensità elevata. Giocare sotto ritmo potrebbe essere pericoloso. Se riusciamo a fare bene questo potremo creargli delle grosse difficoltà, altrimenti sarà una gara in salita”.

Come sta il Pisa a poche ore da questa sfida?

“I convocati sono diciannove. Rimangono a casa Bianchi e Lanzolla, più Benedetti squalificato. Su Sabato e Sbraga decideremo nelle ultime ore prima della gara”.

Ha spesso integrato in questo scorcio di stagione ragazzi del settore giovanile. Che giudizio da di questo?

“E’ una gratificazione per loro, ma non deve essere un punto di arrivo. L’essere arrivati in Prima squadra non vuol dire montarsi la testa. I ragazzi nerazzurri devono prendere questa gratificazione come un opportunità di crescere e una misurazione con i “grandi” per testare il loro livello”.

You may also like

By