Verso i play off: confronto tra Pisa e Perugia dal punto di vista dei numeri

PISA – Pisa e Perugia si giocheranno la finalissima che vale la B e quindi è utile uno sguardo a quelle che sono le differenze tra le due compagini. La squadra umbra è stata costruita per vincere e fino alla fine ha conteso la promozione diretta all’Avellino. Ha ottenuto 58 punti (sul campo 59 vista la penalizzazione) a meno due dall’Avellino. I grifoni hanno centrato 18 vittorie e 5 pareggi, subendo 7 sconfitte. E’ il record di vittorie assieme all’Avellino. Il Perugia ha segnato 48 reti (è il secondo miglior attacco dietro l’Avellino a quota 50) e ne ha subite 29 (quarta miglior difesa). La squadra ha vissuto un momento di calo coinciso con il cambio di allenatore. Camplone ha assestato la squadra portandola al secondo posto. Il Pisa dal canto suo è sempre stato a ridosso della zona play off, conquistata poi definitivamente con l’avvento di Dino Pagliari. I nerazzurri hanno chiuso al quinto posto ottenendo 52 punti ed a più nove sul Benevento sesto in classifica. Le vittorie sono state 15, 7  i pareggi ed 8 le sconfitte. Non male la media gol con 43 reti fatte (quarto miglior attacco) e 33 subite. Il Perugia dalla sua ha Ciofani a segno 12 volte, mentre Favasuli ha chiuso la stagione regolare con 11 centri. Nei play off il Perugia ha dalla sua la classifica che la porta in finale anche con due pareggi. Ma il campo spesso ribalta ogni previsione. La gara casalinga del 26 maggio diventa quindi un crocevia importantissimo della stagione nerazzurra.

By