“Una rampa per accedere al mare che non c’è. È bastata una mareggiata”

PISA – “Una rampa per poter accedere finalmente alla spiaggetta libera” titolava un quotidiano locale circa un anno fa, riprendendo il post del nostro assessore ai lavori pubblici, dove si sosteneva che in seguito ad un intervento di ripristino, finalmente è consentito  l’accesso ai bagnanti con al seguito bambini piccoli nei passeggini, ai disabili su sedia a rotelle e le persone anziane,  prosegue il post,  in futuro non ci sarà più bisogno di ricorrere ad interventi tampone. “E’ bastata una mareggiata – affermano in una nota i 5 stelle pisani –  a smentire i nostri amministratori, la loro lungimiranza ormai proverbiale da inizio legislatura ha fatto cadere uno ad uno come le pedine di un domino i punti chiave delle promesse elettorali, dalla sicurezza al ripristino del litorale“.

Mettere in fila i loro capisaldi e ripercorrere ciò che fino ad ora non è stato fatto,  non è quello che ci interessa. Adesso è il momento di ridare certezze, di ritrovare la voglia e lo slancio necessario per una svolta decisiva, adesso che con cautela possiamo tornare a condividere le gioie del vivere, poter passare anche una piacevole giornata al mare. Quello che è incomprensibile è l’atteggiamento della Giunta pisana, incapace di valutare quanto sia importante anche il semplice ripristino di una pedana e tutto quello che comporta.non solo un disagio evidente a tutti i fruitori della spiaggia libera, ma  i danni economici alle attività commerciali che vivono grazie al servizio reso ai bagnanti. Oltre alla beffa l’inganno proprio in un momento in cui finalmente, bar, negozi e ristoranti possono riaprire e cercare di salvare le loro attività, ancora una volta questa amministrazione tradisce le attese e dimostra nei fatti che non ha la minima idea di cosa significhi veramente amministrare, dando risposte concrete agli abitanti, rendere fruibile il territorio e fare scelte  che consentono la ripresa economica e turistica della nostra città. Abbiamo sottoposto la problematica al Sindaco con un quesito che verrà presentato al prossimo Consiglio Comunale, e con il quale chiediamo di conoscere i tempi necessari per l’esecuzione dei lavori, auspicando una  risposta concreta ed esaustiva“.

By