Teatro Era: ultime repliche per “Alla luce”

PONTEDERA – Ultimi giorni di repliche di  “Alla Luce” che ha debuttato il 23 ottobre, nuova produzione di Fondazione Pontedera Teatro in scena in prima nazionale al Teatro Era di Pontedera da giovedì 23 ottobre a domenica 9 novembre 2014, con la regia Roberto Bacci e la drammaturgia Michele Santeramo, drammaturgo d’eccezione, vincitore premio della critica 2013 e premio Hystrio 2014. alla luce teatro eraIn scena un gioco e una partita il cui scopo è poter vedere con la Compagnia Laboratorio di Pontedera, Sebastian Barbalan, Michele Cipriani, Silvia Pasello, Francesco Puleo, Tazio Torrini raccontano di due coppie di ciechi che raggiungono il luogo in cui si gioca la “partita” per poter vedere; il croupier gestisce il gioco le cui regole si trovano in un libro dal titolo: ALLA LUCE. Dal 7 al 9 e dal 21 al 23 novembre, dal 5 al 7 dicembre proseguono le repliche di “Perché non ballate?” liberamente ispirato a racconti e poesie di Raymond Carver, drammaturgia di Gabriele Di Luca, regia di Anna Stigsgaard, con Michele Altamura, Roberto Capaldo, Catia Caramia, Silvia Tufano, prodotto dalla Fondazione Pontedera Teatro. I racconti di Raymond Carver (1938-1988) hanno come protagonisti uomini qualunque, colpiti da un disagio che non si può ben capire: insonni, disoccupati, ipocondriaci, alcolizzati, senza soldi, infelici, non sanno come migliorare le loro vite. Il mondo di Carver è tragico in un maniera sottovoce, ma anche comico. I personaggi di Carver, maestro della narrativa breve, considerato il capostipite del minimalismo letterario americano, soffrono un disagio che non si può ben capire, non sanno come migliorare la loro condizione perché non arrivano a formulare il male che li colpisce: è un disagio planetario da cui vorrebbero scappare ma non sanno come. Così assomigliano a tutti noi che vorremmo sempre andare altrove, portandoci comunque, sempre dietro, noi stessi, come delle scatole pesanti ed ingombranti. Ci sono temi, personaggi, sogni, ossessioni che legano i singoli racconti e le poesie di Raymond Carver. Con “Perché non ballate?” si sono seguiti questi sentieri sotterranei, ma anche creati di nuovi. Con la scrittura di Gabriele Di Luca – Premio SIAE 2013 come migliore autore teatrale – e il lavoro degli attori, lo spettacolo ricerca tutto il mistero e tutta l’impotenza del mondo carveriano, dove niente può alleviare il fatto che gli esseri umani si sentono spodestati nella propria vita: qualsiasi cosa accada, resta per loro lontana ed irrilevante come se la vita non fosse del tutto reale, pur continuando a provocare inquietudine e dolore.

 

By