Tassista malmenato, catturata l’intera banda

PISA – E’ stata catturata l’intera banda dei rapinatori ai danni del tassista Tinagli. La Squadra Mobile della Questura di Pisa, in collaborazione con la Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polfer Lazio, sabato 2 agosto ha eseguito un fermo, su disposizione del PM della Procura di Pisa dott. Dominijanni, a carico di D.L.F?

Il provvedimento si è reso necessario a causa degli elementi emersi, dalle dichiarazioni della parte offesa sulla descrizione dei fatti, dagli ulteriori elementi raccolti in sede d’indagine tra cui le dichiarazioni rese da una testimone nonché da quelle rese dalla stessa ragazza che insieme ai tre ha dato vita alla notte di follia. Essenziale è stata l’analisi della visione dei filmati delle telecamere di video-sorveglianza che ha visto la stretta collaborazione tra gli investigatori della Squadra Mobile, insieme agli operatori della squadra Volante e del personale Polfer di Pisa.

poliziaFacciamo un passo indietro. A seguito delle indagini scattate immediatamente alla rapina, avvenuta il 22 luglio u.s., in danno al Tinagli, gli investigatori della Squadra Mobile hanno posto in stato di fermo su disposizione del pm POSSENTI Nico (Pisa 30.06.1993). Si ricorda che dalla analisi dei filmati, prodotti dal sistema di video-sorveglianza della stazione centrale, antecedenti all’evento rapina, il Possenti si è reso altresì responsabile anche del tentativo di scippo ai danni di una giovane turista cinese. Il soggetto, rintracciato da personale Polfer di Pisa, insieme ad altri sospettati è stato condotto, all’indomani dell’evento, negli uffici della Squadra Mobile. Gli indizi che hanno portato al fermo si sono basati sul riconoscimento del Possenti da parte dei testimoni, suffragate dalle immagini che lo hanno visto ritratto con in mano un casco in Piazza della Stazione poco prima di salire sul taxi verso la folle corsa. Il protocollo antirapina che ha visto la circolarità delle informazioni tra il personale della Polfer, personale della Squadra Volante e gli uomini della Squadra Mobile ha portato a stilare una lista di potenziali sospettati. L’incessante lavoro investigativo della Squadra Mobile, che ha poi consentito la ricostruzione dei fatti e l’identificazione di coloro che materialmente hanno preso parte alla rapina, ha condotto all’emissione di altri 2 fermi da parte della locale Procura a carico di C? G. Genova e di D. L. F., nonché ad una denuncia in stato di libertà a carico della ragazza, che ha preso parte all’azione scellerata, V.J. (ventenne s.f.d.). Si è provveduto ad eseguire il fermo a carico del Caravelli domenica 27 luglio u.s., in quanto a suo carico sono stati raccolti gravi indizi relativi alla rapina ai danni del Tinagli. Le dichiarazioni della testimone, anch’essa orbitante nella zona della stazione centrale, la quale era in compagnia del quartetto poco prima dell’arrivo e della corsa in taxi, hanno confermato quanto già gli investigatori avevano ipotizzato circa l’identità dei malfattori. Il Caravelli è stato rintracciato proprio nei pressi della stazione centrale e condotto presso la locale casa circondariale. La sera stessa, dopo il fermo del Caravelli, gli investigatori hanno tentato invano il rintraccio del DI LUPO, il quale avendo probabilmente sentore che da un momento all’altro si potessero aprire anche per lui le porte del carcere si è reso irreperibile. Il Di Lupo, dopo aver provato il brivido della latitanza per circa una settimana, è stato fermato sabato 2 agosto u.s. a Roma nei pressi della Stazione Termini e condotto presso il carcere romano di Regina Coeli. La Polizia di Stato ha individuato e catturato, in breve tempo, coloro che la notte del 22 luglio u.s. hanno posto in essere un’azione tanto ignobile quanto violenta ai danni del malcapitato tassista che ha colpito di riflesso l’intera categoria, ponendo l’attenzione, in particolar modo a quanti espletano la loro attività lavorativa di notte. L’attività di indagine è stata coordinata dal Sost. Proc. Dr. G. Dominijanni il quale benché in ferie in Calabria, ha seguito costantemente le indagini giungendo in breve tempo al brillante risultato.

Fonte: Squadra Mobile di Pisa

You may also like

By