Sul tema societario del Pisa interviene anche Salvatore Sanzo: “Lucchesi e Battini parlino alla città”

PISA – Il tema societario del Pisa ha ripreso il primo piano negli ultimi giorni, a seguito delle ulteriori vicende sul rapporto tra i soci Fabrizio Lucchesi e Carlo Battini, e sulle pendenze tra i due, dovuti ai debiti che la società aveva al momento dell’acquisizione da parte di Fabrizio Lucchesi. L’assessore allo sport Salvatore Sanzo interviene sul tema: “Nelle ultime settimane siamo stati nuovamente costretti a sentir parlare di scenari pessimistici per il futuro del calcio pisano quando pensavamo – dopo l’avvicendamento estivo – di aver messo alle spalle il periodo più difficile grazie anche al ritrovato entusiasmo portato dalla costruzione della squadra e dai risultati ottenuti dai ragazzi di Gattuso. Non soltanto come Assessore allo Sport – ruolo che non mi permette di poter aver accesso a libri contabili o trattative dell’AC Pisa 1909 in quanto società privata – ma anche come cittadino pisano e tifoso della squadra di calcio della città ho cercato nell’ultimo mese, seppur in silenzio per evitare eventuali polemiche o strumentalizzazioni, di capire che cosa stesse succedendo al di fuori del campo da gioco ed oggi sono costretto mio malgrado a lanciare un grido d’allarme a tutta la città per scongiurare prospettive molto preoccupanti per il futuro del calcio a Pisa. Il limite invalicabile del mio ruolo non mi permette di poter andare oltre ma chiedo ufficialmente come rappresentante dell’Amministrazione ai due attuali soci dell’AC Pisa 1909 Fabrizio Lucchesi e Carlo Battini di non far sì che gli interessi personali sovrastino quelli societari e che entrambi nei rispettivi ruoli e con le rispettive responsabilità dichiarino alla città quelli che sono i reali problemi ed i rischi a cui andiamo incontro auspicando una conferenza congiunta che parli alla città e faccia emergere la situazione attuale. Personalmente confermo la mia piena disponibilità ad entrambi”.

Salvatore Sanzo

 

By