Sociale a Pisa: altri 20mila euro per il Bonus Donna

PISA – Il Comune di Pisa ha deciso finanziare con altri ventimila euro il Bonus Donna. Il budget complessivo stanziato dal Comune sulla misura passa quindi da 30 mila a 50 mila euro. Ad annunciarlo è l’assessore al sociale Gianna Gambaccini.

«Ad inizio giugno – dichiara l’assessore – è stato pubblicato sul sito internet del Comune di Pisa il bando per la concessione di un contributo “una tantum” di 150 euro per l’acquisto di prodotti per l’igiene intima femminile di ragazze e donne in età fertile, residenti nel territorio comunale e con un Isee familiare non superiore ai 15 mila euro. Una misura concreta che abbiamo deciso di adottare per sostenere le donne, una delle categorie più colpite dalle conseguenze della pandemia, in questo periodo di forte difficoltà economica. Ogni mese le donne hanno infatti la necessità di acquistare questa tipologia di prodotti, sui quali è prevista l’Iva del 22%: un’imposta nazionale non eliminabile da un’amministrazione comunale e profondamente ingiusta perché è la stessa applicata ai prodotti di lusso».

«L’iniziativa – prosegue Gambaccini – è stata molto apprezzata e fin dai primi giorni di apertura del bando sono state numerose le domande presentate, a testimonianza della presenza di un effettivo bisogno che come amministrazione abbiamo saputo intercettare. Avevamo quindi raddoppiato le risorse destinate all’agevolazione, che erano passate da 15 mila a 30 mila euro. Nonostante questo alla fine il numero di domande arrivate è stato così alto che non è stato possibile soddisfarle tutte. Abbiamo quindi deciso di integrare le risorse destinate alla misura con altri 20 mila euro, in modo soddisfare ulteriori richieste presenti in graduatoria».

By