Serie BKT. Pisa – Monza 2-1. Sibilli e Lucca, il Pisa mette la quinta e allunga in testa

PISA – Il Pisa batte il Monza (2-1) con le reti di Sibilli e Lucca, infila il suo quinto successo consecutivo e allunga in vetta alla classifica. Una gara sofferta contro il Monza di Galliani e Berlusconi, corazzata del campionato costruita per fare il grande salto in massima serie. Ma Sibilli come con la Spal la sbloccacon un destro a giro di gran classe. Nella ripresa il Monza rimane in dieci per l’espulsione di Caldirola, il Pisa domina, trova il raddoppio con il suo bomber Lorenzo Lucca. La gara sembra chiusa, il Pisa fallisce il colpo del ko e Dany Mota riporta in partita i brianzoli. Nel finale si infortuna Leverbe, D’Angelo è costretto ad una difesa di emergenza, con Marin terzino, Nicolas conserva dicendo no a Mota, Gucher nel recupero fallisce un penalty conquistato da Marsura. Dopo quattro minuti di recupero i nerazzurri possono esultare e conservare il primo posto in classifica.

di Antonio Tognoli (Foto Antonio Trogu)

PRE GARA. Mister Luca D’Angelo fa esordire Cohen dal primo minuto. E’ la prima volta per l’attaccante israeliano in una gara importante. Un giocatore su cui il Pisa ha investito inmtorno ai due milioni e mezzo di euro e ha già trovato la via del gol nel 4-1 a Terni. Cohen non è la sola novità nelle formazioni ufficiali. In vista di Parma il tecnico nerazzurro fa rifiatare anche capitan Robert Gucher e Davide Marsura: Sibilli farà da trequartista a ridosso dell’attacco formato da Lucca e Cohen. In difesa confermato a destra l’islandese Hermannsson così come Beruatto a sinistra con Leverbe-Caracciolo (capitano di giornata) coppia centrale davanti a Nicolas. A centrocampo esordio del nazionale ungherese Adem Nagy davanti alla difesa con le conferme di Marius Marin e Idrissa Tourè Man of The Match a Vicenza e autore al “Menti” del primo gol stagionale. Il Monza arriva a Pisa dopo il beffardo pareggio interno con la Ternana. Mister Giovanni Stroppa sceglie un 3-5-2. Davanti a Di Gregorio ci sono Antov, Marrone e Caldirola. Sulla linea mediana due ex nerazzurri: Barberis e Mazzitelli. Sampirisi e Carlos Augusto schierati per dare come al solito grande spinta sugli esterni. Davanti esordio per Ciurria dal primo minuto in coppia con il gioiellino portighese Dany Mota. Sono più di un centinaio i tifosi del Monza sistemati in Curva Sud. Prima del match, l’Ad del Monza ha omaggiato il presidente Giuseppe Corrado con un vessillo del Monza per l’accoglienza ricevuta. Robert Gucher invece ha deposto un mazzo di fiori in ricordo di Matteo Grilli dei Kapovolti, scomparso proprio il 19 settembre 2020.

IL PRIMO TEMPO. C’è un gran tifo sugli spalti quando le due squadre fanno il loro ingresso in campo. Pisa in maglia nerazzurra, Monza in maglia bianca con inserti rossi. I brianzoli salutano prima del fischio iniziale i propri tifosi. L’Arena fischia. La gara inizia con molto tatticismo. Erroti da una parte e dall’altra. Traorè si fa subito sentire a centrocampo. Lucca al 5′ scalda subito i guantoni di a Di Gregorio che è costretto alla deviazione in angolo, Al 6′ il Pisa passa in vantaggio. Sibilli riceve dalle retrovie da Leverbe, controlla la sfera entra in area si porta la palla sul destro, tiro a giro che si insacca nell’angolo alla sinistra di Di Gregorio: 1-0. Esplode l’Arena Garibaldi. Ancora Giuseppe Sibilli, secondo gol stagionale, ancora gol in apertura come contro la Spal alla prima giornata. Il Pisa sulle ali dell’entusiasmo beneficia degli spazi concessi dai brianzoli. Direttamente dalle retrovie Beruatto pesca Lucca che viene atterrato all’ingresso in area di rigore. Per l’arbitro è tutto regolare tra le proteste generali. L’ex Luca Mazzitelli è il primo a finire sulla lista dei cattivi. Gara controllata molto bene dal Pisa. Il Monza ci prova soprattutto con lanci lunghi che non impensieriscono Leverbe e Caracciolo. E’ il Pisa a farsi ancora peericoloso al 21′ con un cross di Beruatto dalla sinistra a pescare Lucca anticipato di un soffio da Caldirola. La prima occasione della gara per il Monza al minuto 23: traversone dalla sinistra di Carlos Augusto per la testa di Ciurria che termina però alta sopra la traversa. Stroppa si rimmarica a bordo campo e nel frattempo si consola dissetandosi. E’ in crescita però la formazione brianzola che al 27′ calcia ancora verso la porta di Nicolas che è chiamato alla deviazione sul destro potente di Valoti. Il Pisa torna a farsi vedere in attacco al minuto 32: Tourè copre l’avanzata in contropiede di Sibilli che incrocia e pesca in verticale Marius Marin che però con il piatto destro alza di pochissimo sopra la traversa. Peccato, era una bella occasione per il raddoppio. Il Pisa comunque dopo un periodo di pausa si fa ancora pericoloso con Tourè anticipato in uscita da Di Gregorio. Valoti finisce sul taccuino dei cattivi di Pairetto per un fallo da tergo sull’indemoniato Tourè. Nagy al 41′ trasforma l’azione difensiva in offensiva facendosi quaranta metri di campo, servendo Cohen, tiro cross deviato palla sopra la traversa. Il Monza chiude in attacco. Caracciolo commette fallo al limite dell’area e si becca il giallo. La susseguente punizione dai 22 metri dell’ex Barberis finisce sul fondo tra i fischi di paura dell’Arena Garibaldi. La prima frazione si gioco si chiude sull’1-0 per il Pisa senza alcun recupero.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa all’Arena Garibaldi inizia senza sostituzioni nei due schieramenti, che rimangono invariati rispetto ad inizio gara. Dopo un minuto cross dalla sinistra di Cohen, ma Lucca di un soffio non arriva all’impatto con la sfera. Ancora Pisa al 47′ che approfitta di un errore di Dany Mota che serve all’indietro Marrone il quale mette in movimento Lucca che serve Cohen abbattuto da Caldirola. Punizione per il Pisa e rosso diretto per il numero 5 di Stroppa. Monza in dieci. Punizione dal limite per il Pisa, ma il sinistro a giro di Cohen termina alto sopra la traversa. Il Monza in dieci è in difficoltà. Il Pisa ne approfitta subito. Barberis sbaglia a centrocampo e mette in movimento Cohen il quale in orizzontale serve Lucca, che controlla e con il destro batte Di Gregorio: 2-0. Esultanza con scivolata per Lucca che sigla il suo quarto gol stagionale. Il Monza scosso dal raddoppio nerazzurro e dall’Arena diventata una vera e propria bolgia, cerca la reazione con un diagonale di Dany Mota che termina sul fondo con una leggera deviazione. Sugli sviluppi del corner l’altro ex nerazzurro Luca Mazzitelli prova il destro, ma la palla termina alta. Il Pisa si riaffaccia in avanti con buon ritmo: Marin innesca Beruatto il quale rifinisce per Sibilli, ma il suo destro èm da dimenticare. Buona trama comunque dei nerazzurri. Il Pisa non sfrutta le ampie praterie che si aprono in occasione delle ripartenze. Cohen serve a Lucca la palla del terzo gol ma questa volta il nove di D’Angelo sfiora l’incrocio. Sul ribaltamento di fronte il Monza accorcia le distanze: Ciurria entra in area dalla sinistra, scarica per Dany Mota che con il destro segna: 2-1. Gara riaperta. Il Pisa risponde subito con un colpo di testa di Lucca su cross di Tourè, palla alta. D’Angelo inserisce Birindelli e Gucher, per Beruatto e Cohen. Ancora una grande occasione per il Monza. Il nuovo entrato Machin imbecca ancora Dany Mota, con Nicolas chiamato alla deviazione in angolo. E’ una bella partita. I due allenatori giocano a scacchi. Nel Pisa dentro Marsura per uno stanchissimo Sibilli, nel Monza fuori Mazzitelli e Sampirisi, dentro Donati e Colpani. E’ subito Marsura ad essere pericoloso sulla sinistra, l’azione però sfuma. Poco dopo Gucher non riesce ad agganciare in area brianzola. Ultimi due cambi: esce Leverbe acciaccato, dentro de Vitis e Lucca rilevato da Tano Masucci a cui viene tributato un ovazione. Dopo dieci secondi dal suo ingresso proprio il 26 di D’Angelo viene ammonito. D’Angelo ridisegna la difesa dopo l’uscita di Leverbe con Marin che va a fare il terzino destro ed Hermannsson e Caracciolo sono i centrali e Birindelli il terzino sinistro. Si soffre in tribuna. Hermannsson sventa un traversone da sinistra di Machin. Marsura non controlla un pallone carico di effetto ma al 92′ si invola in afrea e viene steso. Rigore che Pairetto non può che assegnare. Sul dischetto va Gucher ma Di Gregorio para in due tempi e tiene a galla il Monza. Incredibile. Il Monza fa entrare a che D’Alessandro per Barberis. Marin protegge la sfera e conquista punizione. E’ l’ultima azione della partita. Il Pisa vince la sua quinta gara consecutiva e rimane capolista solitaria del torneo.

PISA – MONZA 2-1

PISA (4-3-1-2): Nicolas; Hermannsson, Leverbe (83′ De Vitis), Caracciolo, Beruatto (67′ Birindelli); Nagy, Marin, Tourè; Sibilli (74′ Marsura); Cohen (67′ Gucher), Lucca (83′ Masucci). Livieri, Dekic, Mastinu, Quaini, Di Quinzio, Cisco, Piccinini. All. Luca D’Angelo

MONZA (3-5-2): Di Gregorio; Antov, Marrone, Caldirola; Sampirisi (74′ Donati), Valoti, Barberis (93′ D’Alessandro), Mazzitelli (74′ Colpani), Carlos Augusto; Ciurria, Mota. A disp. Sommariva, Gytkjaer, Siatounis, Paletta, Brescianini, D’Alessandro, Vignato, Pirola. All. Giovanni Stroppa.

ARBITRO: Luca Pairetto della sezione di Nichelino (Ass. Tolfo – Di Giacinto). Quarto Uomo: Del Rio. Var Abbattista. A Var: Peretti.

RETI: 6′ Sibilli (P), 53′ Lucca (P). 64′ Mota (M)

NOTE. serata tiepida, terreno in ottime condizioni. Ammoniti Mazzitelli, Valoti (M), Caracciolo (P), Machin (M), Hermannsson (P), Carlos Augusto (M), Masucci (P). Espulso Caldirola (M) (rosso diretto) per fallo da ultimo uomo. Angoli 3-4. Rec pt 0′; st 4′. Spettatori 4.635 (paganti 4.171). Incasso lordo € 79.016 (con prevendita € 86.206).


By