Serie BKT. Parma – Pisa 1-1. Del Prato risponde a Lucca, pari e patta al Tardini. Il Pisa rimane primo

PARMA – Finisce in parità (1-1) tra Parma e Pisa allo stadio Ennio Tardini. Lucca porta avanti il Pisa che ha diverse occasioni per raddoppiare poi il Parma la pareggia con Del Prato in apertura di ripresa. Pari giusto con i nerazzurri che mantengono la prima posizione in classifica a quota 16 punti seguiti dal Brescia a 14 e dall’Ascoli a 12.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Mister Luca D’Angelo contro il Parma sceglie Sibilli al fianco di Lucca in attacco, con Gucher nel ruolo di tre quartista. Davanti a Nicolas ci sono Leverbe e Caracciolo con Hermannsson e Birindelli sugli esterni. Centrocampo formato da Touré Nagy e Marin. Enzo Maresca sceglie Schiattarella e Vazquez in dubbio alla vigilia. In attacco l’unica punta è Tutino.

IL PRIMO TEMPO. Il Parma con la classica casacca bianca con la croce ducale, Pisa in maglia verde. I padroni di casa conquistano subito una punizione per un fallo di Marin su Juric. Calcio piazzato che termina con un nulla di fatto. La prima vera palla gol però capita al Pisa: cross di Nagy per la testa di Gucher che però alza di poco sopra la traversa. Pochi istanti dopo è Buffon a salvare il Parma con una super parata su un colpo di testa di Sibilli imbeccato dalla tre quarti da un bel traversone di Leverbe. La squadra gioca bene. Il vantaggio nerazzurro è nell’aria e arriva al minuto 13. Sibilli aggancia la sfera e fa da sponda per Birindelli il quale lascia partire un traversone da sinistra per Lucca che a due passi da Buffon non perdona: 1-0. Pisa in vantaggio, la Curva ospiti esplode di gioia degli oltre duemila tifosi pisani. Piove sul bagnato per il Parma che al 19′ deve fare a meno di Juric infortunato, al suo posto Correia che poco dopo prova a creare subito scompiglio nell’area nerazzurra, ma senza risultato. Il Parma è arrabbiato e prova a chiudere il Pisa nella sua metà campo. Azione insistita dei ducali. Correia guadagna un calcio piazzato e un corner. Caracciolo sventa il pericolo. La formazione di casa insiste però nei suoi attacchi, Tourè commette un ingenuità al limite dell’area fermando con un fallo Valenti. Punizione che non ha esito. Pisa troppo schiacciato all’indietro però. Nicolas deve intervenire da campione su un colpo di testa di Tutino sul quarto angolo del match per i ducali. Sulla ripartenza il Pisa è pericoloso con Sibilli che costringe al fallo Del Prato (ammonito). Gara vibrante che non ha un attimo di tregua. Il Parma chiede il rigore poco dopo la mezz’ora, ma il contatto tra Mihaila ed Hermannsson non sembra da penalty. Pochi istanti dopo ci prova Brunetta dal limite, parata comoda per Nicolas. Sulla lista dei cattivi dopo Del Prato e Vazquez finisce anche Nagy, il primo ammonito per il Pisa al minuto 38. Il Pisa ha l’occasione del raddoppio al minuto 44. Birindelli apre per Sibilli il quale appoggia per Gucher, che lascia partire un destro che termina di poco a lato rispetto all’incrocio dei pali di Buffon. Si va al riposo sull’1-0 per il Pisa dopo un minuto di recupero, ma con parecchio nervosismo da parte dei giocatori del Parma verso Prontera della sezione di Bologna circondato da Schiattarella prima e da Buffon poi prima di rientrare nel tunnel degli spogliatoi.

IL SECONDO TEMPO. Nessun cambio in avvio di ripresa nelle due compagini. Il Pisa parte forte. Prima Tourè e poi Lucca vengono anticipati in area di rigore. Sibilli con un diagonale manda sull’esterno della rete. Il Parma prova allora ad impensierire i nerazzurri conquistando un corner. Schiattarella però calcia alto. I padroni di casa però trovano il pareggio al minuto 53: Schiattarella apre a sinistra per Mihaila il quale al volo crossa in mezzo e trova sul secondo palo Del Prato che in spaccata insacca: 1-1. Proteste nerazzurre, check del Var, gol regolare. La risposta del Pisa in un contropiede che libera Birindelli al tiro, Buffon respinge Coulibaly salva in angolo. Dal corner scaturisce un contropiede dove Marin si becca il giallo reo di aver fermato Mihaila. Ammonizione troppo severa. Il Parma sulle ali dell’entusiasmo ora spinge. Il diagonale di Tutino costringe Nicolas in angolo. Sul corner successivo ci prova Correia dai 22 metri, palla a lato. Maresca però cambia: dentro Inglese al posto di Tutino. Il Pisa però si riaffaccia in avanti. Ci prova Gucher a suonare la carica, ma il suo destro termina a lato della porta di Buffon. Mister Luca D’Angelo ridisegna l’attacco. Fuori Gucher e dentro Marsura al minuto 68. Bel recupero di Hermannsson su Inglese. Marin apre per Birindelli che da sinistra costringe il Parma in corner. La formazione di Maresca ci prova soprattutto da fuori con il destro di Brunetta, Nicolas devia in angolo. Nel Pisa intanto fanno il suo ingresso De Vitis per Tourè e Masucci in luogo del bomber Lucca. Il Parma spinge, ma la formazione di D’Angelo è in pieno controllo. Negli ultimi dieci minuti di gara il tecnico nerazzurro inserisce Piccinini per Birindelli e Mastinu per Sibilli. Le due squadre sono molto allungate. Al minuto 84 Inglese con una rasoiata di destro chiama Nicolas alla deviazione in calcio d’angolo. I nerazzurri cercano di ribattere però colpo su colpo. Marsura ha un ottima palla a disposizione in area parmense ma ci incischia e perde il tempo per il passaggio. Brutta entrata da dietro di Brunetta su Marin al 90. La punizione di Mastinu non viene sfruttata a dovere dalle torri nerazzurre. I minuti di recupero sono tre. Brunetta sparacchia alto dai 22 metri.

PARMA – PISA 1-1

PARMA (4-2-3-1) Buffon; Valenti, Del Prato, Cobbaut, Coulibaly; Juric (19′ Correia), Brunetta; Schiattarella (81′ Sohm), Vazquez, Mihaila; Tutino (63′ Inglese). A disp. Turk; Busi, Dierckx, Traore, Benedyczak, Bonny, D. Iacoponi. All. Maresca.

PISA (4-3-3) Nicolas; Hermannsson, Leverbe, Caracciolo, Birindelli (81′ Piccinini); Touré (76′ De Vitis), Nagy, Marin; Gucher (68′ Marsura), Sibilli (81′ Mastinu), Lucca (76′ Masucci). A disp. Livieri, Dekic; Beruatto, Curci, Cisco, Di Quinzio, Cohen. All. Luca D’Angelo.

ARBITRO: Prontera di Bologna (Assistenti Mondin-Dei Giudici – Quarto uomo Giaccaglia. VAR: Sacchi – AssVAR: Cecconi)

RETI: 13′ Lucca (Pi), 53′ Del Prato (Pr)

NOTE: giornata di pioggia, terreno in discrete condizioni. Ammoniti Del Prato (Pr), Vazquez (Pr), Nagy (Pi), Caracciolo (Pi), Marin (Pi) Angoli 12-5. Spettatori 7.245 per un incasso di 108.016,50 euro. Rec pt 1′, st 3′.

By