Serie BKT. La presentazione del quarto turno di campionato

PISA – Sono sette le formazioni ancora imbattute ed altrettante che non hanno ancora assaporato la gioia della prima vittoria che si pongono ai nastri di partenza della quarta giornata di campionato del Torneo Cadetto, anticipata dal prini due confronti tra Como-Frosinone (ore 18) e Brescia-Crotone (ore 20.30) di venerdì 17 settembre.

di Giovanni Manenti

Sarà l’antipasto del primo “trittico” stagionale che prevede il turno infrasettimanale per poi concludersi fra sabato 25 e domenica 26 settembre prossimial termine del quale la classifica potrà già fornire alcune indicazioni più attendibili. I due anticipi serviranno a verificare la voglia di riscatto di un Como beffato sabato scorso fra le mura amiche dall’Ascoli, contro un Frosinone che proprio in trasferta ha sinora centrato il suo unico successo, mentre appare un quanto mai valido banco di prova per la capolista Brescia alla quale rende visita un Crotone ben al di sotto delle aspettative della vigilia ed ancora alla ricerca del suo primo successo dopo il pareggio interno nel Derby calabro contro la Reggina.

Il programma di sabato propone analoga verifica per l’altra capolista Ascoli, con i bianconeri marchigiani ad ospitare al “Ciro e Lillo Del Duca” un Benevento anch’esso alla ricerca della sua identità rispetto alle previsioni di inizio campionato che davano la formazione di Mister Caserta come una delle più accreditate per la lotta Promozione, mentre il Pisa, terza compagine a punteggio pieno, è chiamata alla conferma sul campo di un Vicenza ancora fermo al palo e che ha vissuto una settimana difficile durante la quale il tecnico Domenico Di Carlo è stato sul punto dell’esonero, non certo la condizione ideale per affrontare i nerazzurri che hanno sinora dimostrato grande compattezza ed autorevolezza nei turni precedenti, con una sola rete al passivo e per giunta su calcio di rigore.

A cercare di approfittare di un eventuale passo falso delle capoliste è il Parma, peraltro impegnato nel non facile compito di avere ragione della Cremonese nella sfida che domenica sera andrà a completare il quadro del quarto turno, pur se i lombardi dovranno fare a meno dello squalificato Baez, così come, almeno sulla carta, appaiono proibitive le trasferte della Ternana (già ultima spiaggia per Mister Lucarelli?) a Monza, al pari del Pordenone – unica formazione a non essere ancora andata a segno – sul campo di un Cittadella chiamato a riscattare il passo falso di Cremona, nonché dell’Alessandria, la cui visita al “Via del Mare” è attesa dalla tifoseria leccese per dare continuità alla bella prova dello scorso turno a Benevento e poter così cogliere il primo successo stagionale.

Interessante, nelle posizioni di rincalzo in ottica playoff è altresì la sfida in programma al “Granillo” tra una Reggina tuttora imbattuta e la sempre temibile SPAL, due formazioni dalle quali ci si attende sempre uno “squillo” capace di dare una svolta alla propria stagione uscendo dall’anonimato, mentre il ripescato Cosenza, che proprio domenica scorsa è tornato a festeggiare una vittoria che in casa silana mancava da inizio maggio scorso (3-0 sul Pescara), rende visita al Perugia, cui si presenta la ghiotta occasione di compiere un importante passo in avanti in classifica.

Importante per tutte, comunque, sarà il dosaggio di energie in vista del triplice impegno settimanale imposto dal calendario, per il quale partono con un piccolo vantaggio coloro che possono vantare  su di una rosa più adeguata anche se, come sempre, sarà il campo ad elevarsi a giudice supremo.

By