Serie BKT. Brescia – Pisa 4-3. Al “Rigamonti” gara dalle mille emozioni, il Pisa rimaneggiato da battaglia fino alla fine

PISA – Nell’ultima fatica esterna stagionale nella 37esima giornata del campionato di serie BKT al “Rigamonti” un Pisa rimaneggiato non sfigura contro un Brescia che si mantiene aggrappato alla zona play-off. Ne esce un pirotecnico 4-3 con i nerazzurri che commettono molti errori, falliscono un rigore con Mastinu, ma rispondono colpo su colpo e fino all’utlimo alle Rondinelle.

PRE MATCH. Nel Pisa che ha la salvezza già in tasca rientra Simone Benedetti in difesa, ma non ci saranno per squalifica capitan Robert Gucher e Luca Mazzitelli appiedati per un turno dal giudice sportivo e Michele Marconi fermato dalla Corte d’appello della Figc per ben dieci giornate oltre agli infortunati Antonio Caracciolo, Luca Vido e Nicholas Siega. Tra gli indisponibili anche Simone Palombi e Andrea Beghetto. Il mister nerazzurro ha aggregato per questo match anche i giovani della Primavera Susso Bamba (maglia 45), Del Rosso (44) e Fischer (43). Davanti a Gori che ha esordito nelle giovanili del Brescia, ma non ha mai giocato in Prima Squadra ci sono Meroni e Benedetti con Birindelli e Pisano esterni bassi. Davanti alla difesa c’è Quaini con De Vitis e Marin schierate come mezzali. Davanti l’inedita coppia Marsura-Sabilli supportati da Mastinu. Il Brescia si gioca le sue ultime opportubità play-off. Clotet schiera un 4-3-1-2. Davanti a Joronen ci sono Cistana e l’ex Lucchese Mangraviti. Come esterni agiscono Mateju e l’ex nerazzurro Bruno Martella. Sulla linea mediana spazio a Bjarnason, Van de Looi e Bisoli con Jagiello a supporto del duo d’attacco formato da Ayè e Donnarumma.

IL PRIMO TEMPO. Brescia che scende in campo con la casacca biancoblu, Pisa in verde per l’ultima sfida esterna stagionale. La prima conclusione a rete del match è del Pisa con Mastinu, che calcia dal limite alto sopra la traversa. La risposta del Brescia è firmata da Donnarumma che appena dentro l’area lascia partire il sinistro bloccato a terra da Gori. E’ un Pisa manovriero e che arriva facilmente dalle parti dell’area bresciana. Al 9′ i nerazzurri trovano il gol con Marin che entra in area e in diagonale con il destro fa secco Joronen: 1-0. Il Pisa gioca bene, Il Brescia sembra accusare il colpo. Ma nel momento migliore del Pisa il Brescia trova il gol del pareggio: cross da sinistra di Martella che attraversa tutta l’area dove sul secondo palo c’è Ayè che di sinistro batte Gori. Disattenzione difensiva nerazzurra e in particolare di Pisano che ha lasciato scorrere un pallone fatale: 1-1. Il Brescia riprende morale. Il primo ammonito è proprio delle Rondinelle: Jagiello. Il Pisa va però vicino al vantaggio. Angolo calciato da Marin “spizzato” da Benedetti che serve Meroni che però non è pronto per la girata sottoporta. Partita molto vivace con rapidi capovolgimenti di fronte. Il Brescia risponde al Pisa con un colpo di testa di Bjarnason. Sulla lista dei cattivi finisce anche Martella, che al minuto 37 dalla sinistra lascia partire un traversone per la testa di Donnarumma con Gori che compie un intervento straordinario, poi Pisano spazza. La risposta nerazzurra è in un diagonale di Marsura bloccato a terra da Joronen. Un buon Pisa comunque che sfiora ancora il gol con un crontropiede di Sibilli che chiude la prima frazione con un destro che termina sul fondo. Peccato. Poco prima Bjarnason da due passi su azione d’angolo mette a lato del palo di sinistra di Gori. Il primo tempo si chiude senza recupero sull’1-1.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa fa il suo ingresso nel Brescia Ndoj. Bastano quaranta secondi alle Rondinelle per andare in gol: Ndoj pesca Donnarumma che mette alle spalle di Gori: L’arbitro però annulla per offside che non c’è. Da lì a poco però le Rondinelle passano. Mateju che si era sganciato in avanti lascia partire un traversone da destra, Pisano in scivolata e scoordinato tocca con l’avambraccio. E’ rigore. Sul dischetto si presenta Donnarumma che è molto freddo e spiazza Gori: 2-1. Settimo gol per il centravanti bresciano dopo la doppietta realizzata a Vicenza pochi giorni fa. La risposta del Pisa è in un gran destro di Marsura che chiama Joronen alla gran parata con palla che termina in angolo. La partita rimane vicace. Ndoj illumina ancora il gioco del Brescia servendo Bjarnason che con un diagonale chiama Gori alla parata di due tempi. E’ una gara in cui succede di tutto. Il Sig. Manganiello concede il rigore al Pisa per un fallo di Pajac su Sibilli. Sul dischetto va Mastinu, ma Joronen indovina l’angolo e devia la conclusione sul fondo. Sull’azione successiva come spesso succede nel calcio gol sbagliato, gol subito. Ayè si invola verso l’area passando in mezzo alla difesa nerazzurra e con un chirurgico sinistro batte Gori: 3-1. Il Pisa non ci sta a perdere. D’Angelo inserisce Lisi al posto di un disattento Pisano. Il Pisa però accorcia le distanze. Su un traversone di Sibilli Ayè tocca con il braccio in piena area di rigore e anche questa volta Manganiello non può esimersi dal concedere il rigore. Sul dischetto questa volta va De Vitis che con il “cucchiaio” supera Joronen: 3-2. Con l’ngresso di Lisi la manovra del Pisa si fa più veloce. Ma dura la poco la partita di Lisi che dopo un fallo subito si accascia a terra per un dolore muscolare. Al suo posto entra Belli. Poco prima però un pasticcio tra Meroni e Gori, spalanca ancora una volta la porta alla tripletta di Ayè: 4-2. Il Pisa non ci sta e accorcia ancora una volta le distanze con Giuseppe Sibilli che servito da Marsura con un sinistro in diagonale fa secco Joronen: 4-3. E’ una partita divertente, piena di colpi di scena. Il Pisa sfiora il 4-4 con una gran galoppata di Marsura sulla sinistra, che mette in mezzo per Susso Bamba palla deviata sul fondo da Mateju. Dopo tre minuti di recupero finisce 4-3 per il Brescia che si mantiene dentro alla zona play-off.

BRESCIA – PISA 4-3

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Mateju, Cistana, Mangraviti, Martella (60′ Pajac); Bjarnason (66′ Ragusa), Van de Looi (46′ Ndoj), Bisoli (46′ Lobojko); Jagiello; Donnarumma (82′ Spalek), Ayè. A disp. Lorenzo, Fran, Semprini, Papetti. All. Pep Clotet.

PISA (4-3-3): Gori; Birindelli, Meroni, Benedetti, Pisano (65′ Lisi) (82′ Belli); Marin, Quaini, De Vitis; Mastinu (86′ Susso Bamba), Marsura, Sibilli. A disp. Perilli, Loria, Bechini, Masetti, Fischer, Del Rosso. All. Luca D’Angelo

RETI: 9′ Marin (P), 18′, 64′ e 81′ Ayè (B), 51′ Donnarumma (B, rig.), 67′ De Vitis (P, rig.), 85′ Sibilli (P)

ARBITRO: Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo (Ass. De Meo-Saccenti). Quarto uomo Ros

NOTE: giornata di sole, terrenon in buone condizioni. Angoli 6-5. Ammoniti Jagiello (B), Martella (B), Pajac (B), D’Angelo (P), Gastaldello (B), Mateju (B). Rec pt 0′; st 3′.

By