Separazione e divorzio: modalità semplificate davanti all’ufficiale di Stato Civile

PISA – Modalità semplificate e meno spese (16 euro) per separazioni e divorzi davanti all’ufficiale di Stato civile.

Una legge, la 162/2014, approvata dal Parlamento alla fine del 2014 rende possibile una procedura più snella davanti all’ufficiale di Stato Civile, nei casi in cui non vi siano figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti, e a condizione che l’accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale. Restano invariati, naturalmente, i presupposti per presentare domanda di divorzio: tre anni ininterrotti di separazione personale dei coniugi, oltre alle altre ipotesi previste dalla legge.

image

Dall’entrata in vigore della normativa a Pisa sono 5 le separazioni già concluse secondo la nuova procedura, 3 sono in attesa di conferma, 4 in calendario; 3 divorzi già conclusi (richiesta e conferma), 2 divorzi richiesti con conferma già programmata e 1 divorzio in calendario; 2 sono stati gli accordi negoziali di separazione trascritti e uno per divorzio.

Come funziona la procedura: occorre rivolgersi all’ufficiale di stato civile, di persona (all’ufficio matrimoni dello stato civile del Comune di Pisa) o per telefono (contattando i numeri 050910265/230) per fissare un appuntamento . I coniugi possono comparire direttamente e congiuntamente davanti all’Ufficiale di Stato Civile del Comune. L’assistenza di un avvocato è facoltativa. Stipulato l’accordo di separazione o di divorzio i coniugi saranno invitati a comparire nuovamente davanti all’Ufficiale di Stato Civile per la conferma. Il comune competente è quello di residenza di uno dei coniugi, oppure quello in cui è stato celebrato il matrimonio oppure quello in cui è trascritto l’atto di matrimonio, nei casi questo sia stato celebrato con rito concordatario/religioso o all’estero

Il giorno concordato, l’ufficiale di stato civile riceverà da ciascun coniuge la dichiarazione di volontà per separarsi, divorziare o modificare le precedenti condizioni di separazione/divorzio, secondo le condizioni pattuite. Sarà quindi compilato e sottoscritto l’accordo, nonché fissato un nuovo appuntamento per la conferma, non prima però di 30 giorni. I 30 giorni sono richiesti dalla normativa ai fini di un eventuale ripensamento e valutazione degli effetti dell’accordo stipulato. Alla data del secondo appuntamento i due coniugi devono ripresentarsi davanti all’ufficiale di stato civile per confermare l’accordo.

La mancata comparizione nel giorno ed orario concordati, senza giustificato motivo, varrà quale rinuncia e quindi mancata conferma dell’accordo. Il procedimento davanti all’ufficiale di stato civile prevede un costo massimo di Euro 16 da versare all’atto della firma dell’accordo con pagamento tramite versamento presso l’istituto cassiere. L’accordo è immediatamente efficace nel caso in cui i coniugi intendano modificare le condizioni di separazione o divorzio già fissate. Nei casi di separazione e divorzio, l’efficacia si avrà con la conferma, dopo un minimo di 30 giorni dalla firma, dell’accordo.

Anche in presenza di figli minori, di figli maggiorenni portatori di handicap grave e di figli maggiorenni non autosufficienti è possibile la procedura di separazione /divorzio davanti all’ufficiale di stato civile, ma la nuova legge prevede che in questo caso i coniugi siano assistiti da uno o più avvocati. L’avvocato, una volta formalizzato l’accordo delle parti secondo le previsioni di legge, provvederà alla trasmissione al Comune competente. L’accordo deve essere trasmesso entro 10 giorni al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente, il quale, quando ritiene che l’accordo risponde all’interesse dei figli, lo autorizza; se non lo ritiene rispondente all’interesse dei figli, lo trasmette entro cinque giorni al Presidente del Tribunale che fissa, entro i trenta giorni successivi, la comparizione delle parti.

You may also like

By