Scuola Sant’Anna: si amplia il Polo robotico

PISA – Il potenziamento dell’ istituto di BioRobotica, polo dell’ istituto Superiore Sant’Anna di Pisa è affidato ad un accordo tra l’ente, la Regione Toscana e il Comune di Pontedera che ha l’ obiettivo di favorire, sul territorio, lo sviluppo dei processi di ricerca e innovazione attraverso il trasferimento tecnologico.

L’intesa è stata firmata dal Rettore del Sant’Anna Maria Chiara Carrozza e dal sindaco di Pontedera Simone Millozzi. Grazie a un cofinanziamento regionale di circa 300 milioni di euro, la Scuola di Sant’Anna, riprendendo e rimodulando un progetto avviato inizialmente dal Comune di Pontedera, realizzerà una struttura d’avanguardia nei locali del Cerfit (Centro per la ricerca, la formazione l’innovazione e il trasferimenti tecnologico), dove sarà possibile condurre attività di ricerca e formazione in settori ad alto contenuto tecnologico.

“Si tratta di un importante snodo – commenta l’assessore alle attività produttive Gianfranco Simoncini – nel sistema dell’ innovazione e della ricerca in Toscana. Nel polo della BioRobotica si punta a realizzare servizi avanzati per le imprese del territorio e per sostenere la nascita e la crescita di nuove realtà innovative nei settori avanzati”. Carrozza ha poi aggiunto che il Sant’Anna è “fortemente impegnato nel progetto del centro di biorobotica, avvertendo anche una forte responsabilità verso la Regione e Comune che da sempre credono in questo settore. Noi – ha puntualizzato – lo riteniamo strategico per rilanciare la crescita del territorio”.

By