Scontri e feriti nelle manifestazioni di ieri. Le reazioni politiche e istituzionali

PISA – Si è conclusa con il ferimento di un poliziotto e quello di diversi manifestanti durante il corteo che si è svolto a Pisa ieri pomeriggio della Lega Nord e dei centri sociali.

IL SINDACO: “PISA È OFFESA”. Il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi commenta i disordini provocati dalla manifestazione degli antagonisti, convocata in opposizione a quella della Lega Nord: “Pisa è offesa dalle violenze di pochi e isolati professionisti del caos. Meno di duecento persone oggi hanno bloccato una città intera e hanno costretto ad una numerosa e costosa mobilitazione delle forze dell’ordine, mettendo a rischio con la violenza l’incolumità di chi deve garantire la sicurezza di tutti. Sono sceneggiate ormai sterili, che ripetono un copione stantio”. “Ieri cinquanta persone hanno forzato il portone di Palazzo Gambacorti, ne hanno occupato l’atrio, mettendo a rischio il personale e gli uffici comunali. Poi si sono fatti allontanare con la forza – sottolinea il Sindaco – con il ferimento di alcuni agenti. Sono prepotenze e violenze inaccettabili. Sono stati commessi reati che dovranno essere perseguiti”.“La città esprime apprezzamento e solidarietà alle forze dell’ordine – conclude Filippeschi – che hanno operato con professionalità e equilibrio. Ringrazio anche il corpo della Polizia Municipale che si è impegnato molto e bene a garanzia del patrimonio della nostra comunità e per difendere la dignità della città da un attacco inaccettabile”.

GELLI SUGLI SCONTRI DI IERI. “Gli scontri accaduti ieri a Pisa sono fatti gravi e da condannare, l’ennesima dimostrazione di come gli opposti estremismi purtroppo trovano sempre il modo d’incontrarsi e generare violenza. In più fa male che questi fatti siano successi in una giornata che doveva essere di dolore e lutto per le stragi a Parigi”. Lo ha dichiarato Federico Gelli deputato pisano del PD commentando i disordini causati dagli antagonisti durante una manifestazione della Lega. ”Voglio esprimere tutta la mia solidarietà e vicinanza agli agenti di polizia che sono rimasti feriti – ha aggiunto – e che sono sempre in prima linea per garantire a tutti il diritto di manifestare. Per quanto riguarda l’iniziativa del Carroccio – ha concluso Gelli – si è poi risolta in un flop, ulteriore conferma di come intolleranza, frasi violente, falsi slogan e populismo sono sentimenti ben lontani dalla stragrande maggioranza dei nostri cittadini”.

LATROFA SUI FATTI DI IERI. Voglio commentare i fatti di ieri a Pisa. Parto dalla manifestazione della Lega. Annunciate 1500 persone da tutta Italia per una manifestazione di giovani padani, annunciato Salvini (Matteo). Risultato : numero di persone molto inferiore (!) sul quale aspetto dati certi, città blindata, Salvini ( Matteo) alla partita del bimbo. Commento: io penso che la Padania NON ESISTA, io penso che esista l’ITALIA. Io penso che i problemi di Pisa li conoscano i Pisani. Io penso che qualcuno dei presenti alla manifestazione stia scrivendo e dicendo sciocchezze ( forse perché abita in altre province o regioni) quando racconta che a Pisa da 22 anni non si erano viste manifestazioni non di sinistra in piazza e in città : io sono testimone diretto per avervi partecipato e a volte aver organizzato negli ultimi 3 anni diverse manifestazioni non di sinistra, spesso in totale assenza di forze dell’ordine perché da noi non richieste. Ne cito una su tutte, non per oscurare le altre. In piena campagna elettorale comunale insieme ad altri 3 candidati di Noi adesso Pisa, montammo in Piazzale Sicilia (luogo lontano a movimenti di destra) sedie e tavolini e tenemmo un comizio, a mio avviso bellissimo, con piazza piena e bandiere rosso crociate dappertutto : zero forze dell’ordine, tanti applausi ai 4 candidati, tutti da cittadini pisani venuti A PIEDI. Passo ai cosiddetti antagonisti : ritengo intollerabile qualsiasi forma di violenza e vorrei vivere in una città dove ciascuno possa manifestare (senza offendere né ledere la libertà altrui) liberamente e senza aver paura di essere attaccato da chi la pensa diversamente. Ad oggi io ho potuto farlo. Trovo intollerabile che siano necessari spiegamenti di forze dell’ordine come quelli di ieri. Bisogna che chi vuole usare violenza sia messo in condizioni di non farlo a lungo. Massima vicinanza e solidarietà alle forze dell’ordine che si sacrificano quotidianamente per noi a causa dei soliti facinorosi che cercano solo lo scontro e non portano alcun costrutto alla nostra città ormai in ginocchio. Io non mi arrendo. Io cerco ogni giorno di fare del mio meglio per la mia città stando sul pezzo, facendo opposizione dura e corretta nel merito. E se qualcosa va bene (quasi niente purtroppo) lo dico senza vergogna. Io voglio vincere senza la violenza e non voglio subirla! Io voglio cambiare Pisa e mi bastano i Pisani per provare a farlo! Tra l’altro ‪#‎iocantolinno‬ ! L’unico che conosco. E ‪#‎sventoloiltricolore‬ . Quello che amo! Scusate lo sfogo…

By