San Miniato saluta la splendida voce di Antonella Ruggiero

SAN MINIATO – Una partecipazione straordinaria, la chiesa di San Domenico stracolma di persone, ha trasformato in un grande successo la notte degli auguri della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato al proprio territorio di riferimento, con la splendida voce di Antonella Ruggiero, stella intramontabile del panorama musicale italiano.

Artista versatile e trasformista, capace di cimentarsi con assoluta credibilità nelle più disparate esperienze musicali – dal pop melodico alla musica sacra – ha dato vita a un evento di grande preziosità artistica, una autentico regalo carico di significati da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato che così rinnova la sua attenzione alla cultura, alle comunità, alla valorizzazione del grande patrimonio artistico costituito dai luoghi di culto.

Antonella Ruggiero, una delle migliori voci del panorama musicale italiano

La serata è stata introdotta dal un breve intervento di benvenuto alle centinaia di persone da parte del presidente Antonio Guicciardini Salini che ha ricordato come sia “tradizione della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato quella di organizzare un concerto per gli auguri di Natale” aggiungendo che “dopo alcuni anni di musica gospel, la scelta sia caduta questa volta su un’artista dalla voce meravigliosa come quella di Antonella Ruggiero“.

Protagoniste della serata sono state infatti la voce e la musica gestite con abilità e devota precisione. Un’atmosfera raccolta, intima ha messo in risalto, ancora volta, la formidabile e abile vocalità di questa grande interprete.

E lei ha catturato e coinvolto subito le persone presenti dentro il suo percorso fatto di melodie che non hanno età grazie ad una voce, appunto, che si può permettere anche sperimentazioni come nell’invocazione in “Kyrie” o nella trascinante “Deck the Halls”, un tradizionale canto gallese, dal ritmo brioso e vivace con impennate jazz, caratterizzato da una serie di incredibili vocalizzi virtuosistici. Hanno accompagnato la Ruggiero, Paolo Di Sabatino al pianoforte, Renzo Ruggieri, con la fisarmonica, e Carlo Cantini con il violino. Successo strepitoso, con, alla fine, numerose chiamate a cui la Ruggiero non si è sottratta, concedendo vari bis.

By