“Sacri cuori” in concerto all’Ex Wide con il nuovo album “Rosario”

PISA – Dopo avere lasciato anni di vita e litri di sudore sui palchi di mezzo mondo insieme a Richard Buckner, Robyn Hitchcock, Dan Stuart, Hugo Race, Woody Jackson, Pan del Diavolo, per Sacri Cuori è tempo di riportare tutto a casa. L’occasione è l’uscita italiana di “Rosario”, il nuovo disco registrato fra Richmond e Los Angeles, accolto dalla stampa europea e pure da quella di casa con elogi roboanti (Uncut: “molto bene!”, XL di Repubblica: 8.3, Rumore: 8, Il Mucchio: 8, RockOl: 4 stelle, Blow Up: “abbagliante”). Il disco è stato presentato ad Alza il Volume (Radio 3 Rai) ed è già in rotazione presso le principali radio italiane. A breve sarà presentato dal vivo negli studi di Moby Dick (Radio 2 Rai). La band – Antonio Gramentieri alle chitarre, Francesco Giampaoli al basso, Christian Ravaglioli a un sacco di strumenti e Diego Sapignoli a batteria e percussioni – torna sui palchi italiani per un pugno di date prima della fine dell’anno, e sabato 22 dicembre sarà ospite dell’ExWide Club di Pisa. La musica? Un incontro al crocicchio del blues fra Santo and Johnny e Nino Rota, Cooder e Piero Umiliani, i Los Lobos e Trovajoli, il maestro Morricone e i Calexico, Secondo Casadei e Lee Hazelwood. Una musica che, a spasso sulle strade della Los Angeles più meticcia, ritrova anche le suggestioni letterarie dell’italo-americano John Fante, le allucinazioni di David Lynch, il Messico immaginato dalla fisarmonica di Castellina/Pasi. Una musica dagli ascolti colti ma dall’anima popolare, che affronta senza remore la propria italianità, la sfida della melodia. E che cerca l’avanguardia nella sintesi delle influenze più che nel gesto ad effetto. Con il cuore sempre in mano, come da iconografia.

Il club apre alle 22, l’inizio del concerto è previsto per le 22:30. L’ingresso, è gratuito.
Dal comunicato stampa di “Rosario” (Decor / Interbang)
ROSARIO è il secondo lavoro e segue il già ottimo debutto “Douglas and Dawn”, registrato presso il Wavelab Studio a Tucson (Arizona) nel 2008 con la partecipazione di John Convertino e Jakob Valenzuela dei Calexico, Howe Gelb, Thoger Lund, James Chance, Marc Ribot e tanti altri. Questa volta sono della partita, fra gli altri, il leggendario batterista Jim Keltner (John Lennon, Dylan, Neil Young e mille altri), David Hidalgo dei Los Lobos, John Convertino dei Calexico, Marc Ribot (Tom Waits, Lounge Lizards), Woody Jackson, Stephen McCarthy (Long Ryders, Jayhawks), Isobel Campbell.
ROSARIO è un disco nato fra Los Angeles, Richmond, Virginia e Lido di Dante. La Romagna delle origini che si specchia nell’America dei confini, l’Adriatico nel Pacifico, Rimini in Venice Beach. Un disco registrato su nastro, con strumenti analogici, in compagni di amici vecchi e nuovi.
Il cd è pubblicato dall’inglese Decor, il vinile stampato dall’italiana Interbang.
Quando non suonano nei propri progetti, SACRI CUORI hanno una vita parallela come backing band di fiducia da diversi personaggi della scena internazionale. Sacri Cuori suonano e registrano da anni con Hugo Race, nel progetto Fatalists (due dischi per Interbang Rec.), suonano in tutta Europa con Richard Buckner. suonano dal vivo e su disco con Dan Stuart dei Green on Red (nuovo disco uscito a settembre 2012 “The Deliverance of Marlowe Billings”, Interbang rec.), con Woody Jackson (autore di Red Dead Redemption, forse la miglior colonna sonora per videogiochi di sempre, anche con lui ha realizzato un disco con loro per Interbang) e con Robyn Hitchcock. E pure più vicini a casa, con le collaborazioni con il Pan Del Diavolo (su disco e dal vivo) e con Giulio Casale. Una sorta di wreckin’ crew italiana, che da diverse stagioni porta a spasso il proprio suono, al ritmo di 150 date all’anno sui palchi di Europa e America.
By