Route Agesci a San Rossore: 672 pazienti hanno richiesto l’intervento del 118

PISA – Sono stati 672 i pazienti che hanno richiesto l’intervento del personale sanitario del 118 durante la manifestazione che ha visto la partecipazione di 30 mila scout nella tenuta di San Rossore.

Di questi 42 sono stati inviati al Pronto Soccorso utilizzando le ambulanze con personale sanitario e soccorritori di livello avanzato presenti in loco; 3 codici rossi (2 crisi epilettiche, 1 cardiologico), 91 codici gialli (sindromi da disidratazione e colpi di calore) il resto codici verdi e bianchi (piccoli traumi, sindromi influenzali, disturbi gastroenterici, punture da insetti, medicazioni ecc.). Sono questi i numeri che danno la misura dello sforzo organizzativo a cui è stato sottoposto il sistema del 118 nei giorni del raduno scout di San Rossore dal 6 al 10 agosto: una prova di efficienza pianificata con scrupolo e superata con successo.

20140812-192944.jpg

All’interno del parco erano stati allestiti 2 punti medici avanzati con personale medico attivo su due turni giorno/notte, 11 ambulanze, di cui 5 equipaggiate con defibrillatore automatico. Importante per la logistica è risultata la collaborazione con la confederazione delle Misericordie e con la Protezione Civile, che hanno garantito anche il collegamento radio. Esprime soddisfazione il direttore di centrale 118 Paolo Tognarelli: “desidero rivolgere un particolare ringraziamento a tutto il personale sanitario, agli operatori di centrale, alla coordinatrice del DEU Simona Vallini alla confederazione delle Misericordie e a tutti i volontari per le attività svolte con competenza e dedizione durante tutta la durata della manifestazione”.

Fonte: ASL 5 Pisa

You may also like

By