Riprendono i controlli sulla migrazione dei rifiuti. Tolleranza zero. Previste sanzioni da 500 euro

PISA – L’assessorato all’ambiente, come promesso, ha ripreso i controlli con l’aiuto della Polizia Municipale e tecnici per sorprendere i “pendolari” dell’immondizia, ovvero quelle persone residenti nei comuni limitrofi a Pisa che scelgono di portare i loro sacchetti dei rifiuti (ma non solo) nei cassonetti della nostra città.

Nel mirino ci sono soprattutto i cassonetti in via San Jacopo e via del Brennero che registrano sempre una presenza eccessiva di rifiuti (spesso anche all’esterno) non certo riconducibile ai soli residenti. Attraverso l’ispezione dei rifiuti sarà possibile risalire al proprietario e quindi sanzionarlo fino a 500 euro.

20141008-181727.jpg

“Il mancato rispetto delle regole sullo smaltimento dei rifiuti si trasforma inevitabilmente in un costo per l’amministrazione e quindi per tutti i cittadini – spiega l’assessore Salvatore Sanzo -. Ecco perchè sono così importanti i controlli. Anche se si tratta di accertamenti molto difficoltosi, noi continuiamo su questa strada: i comportamenti scorretti vanno senz’altro sanzionati applicando la legge”. Si tratta di comportamenti che creano anche disagi ai residenti che trovano spesso i cassonetti invasi senza alcuna loro responsabilità. “Il nostro contrasto all’abbandono riguarda tutti i tipi di rifiuti – conclude Sanzo -.sia il classico sacchetto che l’ingombrante”. Per quanto riguarda l’ingombrante, però, vogliamo ricordare che nel centro di raccolta di via Pindemonte possono recarsi anche i residenti di San Giuliano Terme, mentre a quello di Oratoio i cascinesi”.

You may also like

By