Raffaele Latrofa (Ncd): “A Pisa manca la sicurezza”

PISA Raffaele Latrofa, capogruppo NCD in consiglio comunale, commenta le statistiche annuali sulla qualità di vita dei capoluoghi di provincia italiani, riportate dal Sole-24 Ore del 2 dicembre. “Un dato balza all’occhio: Pisa, anche analizzando la sola Toscana, eccelle soltanto nella categoria servizi, ambiente e salute, principalmente per merito del comparto sanità, asili nido e giustizia; mentre per i parametri riguardanti tenore di vita, popolazione e tempo libero si assesta sempre nella seconda metà della classifica interna. Il dato più eclatante e preoccupante è quello relativo all’ordine pubblico, dove Pisa è drammaticamente relegata alla 94esima posizione su 107, con risultati pessimi circa la microcriminalità, gli appartamenti svaligiati e le rapine”.

20141103-151839.jpg“Questo dimostra” insiste Latrofa “che l’amministrazione comunale non ha saputo agire concretamente sulla sicurezza dei cittadini, spesso attribuendo i problemi, che vengono segnalati, a una fantomatica percezione, alimentata dalle forze di opposizione o dai giornali alla ricerca di scoop”.

La realtà certificata da un osservatore terzo, quale il Sole-24 Ore, consolida quindi, secondo il capogruppo NCD, una verità inconfutabile: “Il problema della sicurezza a Pisa ha raggiunto dimensioni insostenibili. La politica del buonismo in salsa toscana ha dato pessimi frutti per la qualità di vita dei pisani. Da notare, per di più, che perfino altre città con amministrazioni dello stesso colore politico registrano buoni risultati, a ulteriore dimostrazione di un’incapacità del centrosinistra pisano nell’affrontare queste tematiche”.

Le statistiche del Sole-24 Ore non hanno ancora potuto prendere in considerazione la gestione del nuovo viceprefetto, in carica da pochi mesi, fa notare Latrofa: “Essa tuttavia ci autorizza ad auspicare che l’azione del dottor Romeo porti risultati ancora migliori nell’anno prossimo”.

By