Presentata ufficialmente la tappa pisana della Coppa del Mondo di Scherma paralimpica

È stata ufficialmente presentata nella Sala di Giunta del Comune di Pisa la tappa della Coppa del Mondo di Scherma Paralimpica. La città di Pisa tornerà ad accogliere dunque, dopo venti anni, un trofeo internazionale di gran prestigio. La Federazione Italiana Scherma ha infatti ritenuto di candidare la nostra città, attraverso l’organizzazione della storica Società U.S. Pisascherma, quale sede di una fra le sei prove di Coppa del Mondo di scherma paralimpica, accanto alle storiche sedi di Hong Kong, Montreal, Budapest, Parigi e Varsavia.

PASSATO, PRESENTE E FUTURO – Per ben 14 anni, fino al 1994, il Trofeo Internazionale “Città di Pisa” di scherma paralimpica ha accolto centinaia di atleti da ogni parte del mondo, grazie alla sua provata esperienza di capitale del turismo e di città di sport, con una particolare attenzione nel fornire servizi differenti alle differenti esigenze dei suoi visitatori. La prova di Coppa del Mondo, che per i prossimi due anni sarà valida per le qualificazioni degli atleti alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016, si terrà nei giorni 22-24 maggio 2015 al palaCUS di Via Chiarugi, 5 a Pisa. A partire da martedi 19 maggio 2015, i team nazionali (si attendono circa 200 atleti con 80/90 persone di staff) saranno accolti presso l’aeroporto internazionale G. Galilei di Pisa. Le delegazioni, provenienti da 29 paesi stranieri, troveranno in tali luoghi i volontari, pronti ad accoglierli ed indirizzarli ai mezzi di trasporto che li porteranno verso gli hotel. La partenza delle delegazioni è invece prevista tra il 24 e il 25 maggio 2015.

NUMERI – Sono 200 gli atleti e 29 le nazioni partecipanti, eccole nel dettaglio: Macao, Bielorussia, Georgia, Austria, Libano, Iraq, Russia, Kuwait, Gran Bretagna, Thailandia, Belgio, Ungheria, Malesia, Israele, Lettonia, Francia, Canada, Hong Kong, Olanda, Germania, Giappone, Stati Uniti, Polonia, Argentina, Italia, Ucraina, Cina, Grecia, Brasile

INTERVENTI DELLE AUTORITA’

CAPUZZI – Sandra Capuzzi Presidente comitato organizzatore: “Aver riportato a Pisa dopo 20 anni la coppa del mondo di scherma paralimpica è stato un atto di coraggio. È senza dubbio una sfida che ad oggi possiamo dire di aver ampiamente vinto. L’organizzazione è del Pisascherma assieme al CUS Pisa, due grandi realtà pisane. Grazie a loro e all’impegno di tutte le istituzioni e le associazione questo evento sportivo potrà dare ancora una volta l’immagine di uno sport accessibile e possibile per tutti. “

AZZI – Paolo Azzi vicepresidente Federazione Italiana Scherma: “Come Federazione da anni siamo completamente integrati. I nostri atleti gareggiano insieme tra atleti olimpici e paralimpici nelle varie manifestazione. Il settore paralimpico è un pezzo di noi, puramente e semplicemente. Questa gara è valida come prova di qualificazione per le Paralimpiadi di Rio e potete immaginare quanto sia importante la partecipazione sia come numero di atleti che numericamente in generale. Siamo contenti della disponibilità dimostrata dalla città di Pisa che ci rende molto felici che possa tornare a organizzare un evento di questo tipo, sperando di iniziare un percorso che possa portare Pisa a organizzare ancora eventi del genere. Schiereremo i nostri atleti migliori che si giocheranno in questi mesi il pass paralimpico e faccio a loro il nostro più grande in bocca al lupo da parte della federazione.”

SANZO – Salvatore Sanzo, presidente CONI Toscana e assessore comunale: “Per me è come giocare in casa, sono molto contento che il Pisascherma abbia organizzato questo evento per la città. Sono sicuro che le strutture del CUS Pisa rappresentino un’eccellenza nel settore. Abbiamo unito le forze tra Comune, istituzioni, Università ed enti organizzatori, perciò sotto questo aspetto quando questa città riesce ad organizzarsi riesce a produrre risultati significativi, anche dal punto di vista della socialità e del turismo. Considerando che Pisa nel 2016 sarà Città Europea dello Sport questo può essere un importante punto di partenza per ciò che potrà essere il prossimo anno. “

AGOSTINELLI – Antonio Agostinelli, vicepresidente comitato paralimpico della Toscana: “Mi fa molto piacere essere qui per presentare questo evento. Lo sport per disabili inizia con la scherma e il tiro con l’arco. È dunque una disciplina storica e in questo caso lo è per Pisa e per l’Italia. Ringraziamo tutti con le organizzazioni e le associazioni oltre agli enti e le istituzioni. Non esiste sport paralimpico e olimpico, esiste lo sport in generale.”

MANCARELLA – Paolo Mancarella, prorettore alla didattica e delegato alla disabilità dell’Università di Pisa: “Sono oltre 15 anni che l’ateneo pisano ha iniziato un percorso di integrazione per la disabilità, non limitandosi a un supporto all’attività didattica, ma anche nello sport. Con il CUS abbiamo fatto anche degli interventi negli impianti per adeguare le strutture a questo scopo, motivo per il quale non abbiamo avuto dubbi nel dare il nostro supporto per questa importante manifestazione. L’USID ha messo a disposizione dell’organizzazione quattro mezzi per il trasporto degli atleti. Spero che sia la prima di tante iniziative che potremo fare insieme. “

MAGAGNA – Armando Magagna Presidente del Pisascherma: “Posso solo dire che quando mi fu proposta in maniera embrionale la possibilità di avere a Pisa questa manifestazione ho risposto con entusiasmo, lo stesso entusiasmo di Daria Marchetti e Simone Vanni, contagioso per tutti. Abbiamo trovato una risposta da parte di tutti, dall’amministrazione all’Università passando per tutti gli altri enti che hanno collaborato. Speriamo che questo evento portato a Pisa rimanga a Pisa perché credo sia sicuramente un sentimento condiviso”.

PECCATORI – Mario Peccatori, vicepresidente del CUS Pisa: “Sono molto felice che il CUS collabori a organizzare questa manifestazione. Il CUS ha il compito di promuovere l’attività sportiva, in particolar modo per gli atleti disabili. Colgo l’occasione anche per portare ufficialmente il saluto del nuovo presidente Antonio Gallo e per ringraziare tutte le istituzioni presenti.”

PROGRAMMA UFFICIALE

tra parentesi gli impegni degli atleti italiani in gara

Il programma di gara (ogni giorno inizio gara ore 09.00, cerimonie di premiazione tra le 17.30 e le 19):

venerdi 22 maggio

Sciabola maschile cat. A
Sciabola maschile cat. B (atleti italiani Alessio Sarri, medaglia di bronzo nella sciabola individuale, categoria B, ai XIV Giochi paralimpici a Londra)
Spada femminile cat . A
Fioretto femminile cat. B (atleti italiani Beatrice Vio, oro individuale e a squadre ai Campionati Europei 2014, vincitrice della Coppa del Mondo 2014 di fioretto categoria B)

sabato 23 maggio
Fioretto maschile cat. A
Spada maschile cat. B
Fioretto femminile cat. A (atleti italiani Loredana Trigilia, oro a squadre ai Campionati Europei 2014 nel fioretto femminile)
Spada femminile cat . B
Sciabola maschile a squadre

domenica 24 maggio
Spada maschile cat . A (atleti italiani Matteo Betti, medaglia di bronzo nella spada individuale, categoria A, ai XIV Giochi paralimpici a Londra)
Fioretto maschile cat. B (atleti italiani Marco Cima, 4°class. individuale e a squadre ai XIV Giochi paralimpici a Londra)
Sciabola femminile cat. A/B
Fioretto femminile a squadre

By