Presentata la quarta Biennale di Architettura a Pisa dal titolo “Renaissance”

PISA – E’ stata presentata venerdì 1 ottobre presso la Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti, la Quarta Biennale di Architettura di Pisa, dal titolo quanto mai significativo, “Renaissance” prenderà il via venerdì 8 ottobre alle ore 16 presso gli Arsenali Repubblicani.

di Giovanni Manenti

Erano presenti il Sindaco di Pisa Michele Conti, Patrizia Bongiovanni – Presidente Ordine Architetti di Pisa, Massimo Del Seppia – Presidente Associazione LP Curatela 4.a edizione, Massimo Pica Ciamarra e Carmen Andriani, rispettivamente Presidente e componente del Comitato Scientifico.

Un evento che si protrarrà per 10 giorni sino a domenica 17 ottobre in quattro Sedi in un percorso itinerante, con gli Arsenali Repubblicani a fungere da luogo principale, cui si aggiungono il Fortilizio area Cittadella, il Bastione Sangallo (riservato all’Università di Pisa) e la Scala sopra le Logge di Banchi a disposizione del Comune di Pisa. durante il quale verranno presentati 32 progetti e si terranno 6 conferenze, il tutto avente per oggetto quattro distinte Sezioni di Ricerca, vale a dire “Abitare la Città, la casa, il quartiere”, “1000 parchi e 1000 giardini”, “Ripensare lo spazio del Lavoro” ed infine “Il progetto per l’ambiente, nuove strategie di equilibrio” e grazie all’impegno dei curatori Massimo Del Seppia, Silvia Chiara Lucchesini, Fabrizio Sainati e Piero Berti.

Come ogni manifestazione che si rispetti – che ha il patrocinio. oltre che di Regione Toscana, Provincia di Pisa e Comune di Pisa, anche dell’Università di Pisa, del Dipartimento di Pianificazione, Design, Tecnologia dell’Architettura della Sapienza di Roma, del Consiglio Nazionale degli Architetti, dell’Istituto Nazionale di Urbanistica e della Camera di Commercio di Pisa – anche in questa occasione verranno assegnati due premi, di cui il primo, “Città di Pisa per la Qualità Urbana” sarà ritirato sabato 9 ottobre dal celebre Architetto Mario Cucinella, il quale terrà, dalle ore 10:30 alle 13:00 una “lectio magistralis” presso gli Arsenali Repubblicani.

Per il premio “Biennale” il Comitato Scientifico ha fatto cadere la preferenza sul Gruppo di giovani architetti romani denominato “Orizzontale”. A fare gli onori di casa, il Sindaco del Comune di Pisa Michele Conti che afferma: “Per l’Amministrazione Comunale la Biennale rappresenta un momento di confronto importante che arricchisce non soltanto i tecnici o coloro che vi partecipano, ma anche i nostri Uffici così come avvenuto in passato, avendo avuto modo di trovare alcuni spunti importanti che poi abbiamo messo in pratica soprattutto avendo riferimento alla riqualificazione di alcuni quartieri che hanno sofferto di lacune pregresse anche a seguito di scelte politiche errate, con la pandemia a farci ancor più capire quanto sia importante un lavoro come il vostro, avendo i cittadini riscoperto la voglia e la necessità di vivere all’aperto presso piazze e spazi a verde pubblico, sui quali abbiamo tanto investito e lavorato“. “In particolare“, conclude il primo cittadino “mi riferisco al Quartiere di Pisanova, nostro obiettivo primario sul quale abbiano incentrato molte idee che stanno prendendo forma essendoci aggiudicati ben tre finanziamenti pubblici per complessivi 45milioni di €uro a fronte di tre distinti progetti che verranno appunto destinati alla riqualificazione degli spazi esterni di Pisanova ed in parte Gagno così da consentire ai residenti di vivere parte della loro giornata all’aperto, il che mi porta a ribadire quanto sia necessario per ogni Amministrazione che intenda investire in tal senso avere un supporto come il vostro, per il quale non posso che esprimere pertanto il mio sentito ringraziamento, sia da un punto di vista prettamente tecnico che politico, per l’attività che svolgete, non ultimo per il risalto a livello internazionale che la Biennale offre per la città di Pisa“.

Sulla struttura dell’evento, la parola passa all’Architetto Massimo Del Seppia, curatore e coordinatore della Manifestazione: “Si tratta di un’edizione fortemente legata al Mondo dell’Architettura, intesa come il mezzo con cui cerchiamo di dare il nostro contributo verso una ripartenza ed una rinascita attraverso la ricerca di un nuovo stato mentale nel senso di capire quali possano essere i nuovi paradigmi di compatibilità nell’ambito della qualità della vita di ognuno, a partire dal rapporto con l’ambiente che è sempre stata una nostra caratteristica in quanto abbiamo lavorato sin dalla prima edizione sul verde e nelle seconda e terza sull’acqua“. “Questo quarto appuntamento“, prosegue Del Seppia, “rappresenta un punto di passaggio perché cerchiamo di sottolineare alcuni aspetti che potrebbero dare appunto un senso a questa ripartenza tanto auspicata, come evidenziato dal titolo “Renaissance” assegnato all’edizione di questo 2021, che sta a significare la speranza di nuove aspettative, nonché migliori rispetto a quelle che ci auguriamo di esserci lasciati alle spalle in questi ormai quasi due anni di emergenza sanitaria“.

Nello specifico“, conclude l’Architetto, “l’attuale Biennale si articola secondo due grandi Capitoli, ovvero lo Spazio Collettivo e lo Spazio Individuale, al cui interno sono previste quattro Sezioni di ricerca che vedono proposti 32 progetti da altrettanti Studi di Architettura, diversi fra loro ma a nostro avviso ricchi di valore, per poi assegnare due premi, il “Città di Pisa per la Qualità Urbana” ed il “Biennale”, oltre a svolgersi molte conferenze quanto mai utili per approfondire le varie tematiche e che rappresentano la vera essenza della Biennale, poiché solo partecipandovi si può riuscire a meglio comprendere il senso del progetto che portiamo avanti“.

By