Pisa – Reggiana: le nostre pagelle. Paci sugli scudi, Giovinco in empasse

PISA – Un Pisa sottotono impatta in casa contro una tenace Reggiana, compiendo un mezzo passo falso che non le fara’ perdere la vetta, ad 11 lunghezze, ma dovra’ forse spartire domani al termine delle gare di Ascoli e Tuttocuoio. Un incontro caratterizzato da poche emozioni, occasioni e rischi. Vediamo nel dettaglio la prestazione dei giocatori di Mr Braglia.

PISA

Pelagotti 6 – Anche oggi non corre particolari pericoli, e’ reattivo con alcune uscite di sicurezza.

Sini 6.5 – Parte male, impreciso in passaggi anche semplici. Si riscatta col passare dei minuti e nel secondo tempo con dei disimpagni molto puliti e mai sbrigati ad occhi chiusi. Sempre piu’ titolare.

Paci 7 – Il migliore in campo per il Pisa, oggi assolutamente perfetto. La foga e’ tantissima, come sivede dal giallo comunque generoso che si becca gia’nella prima frazione. Ma Ruopolo non la vede proprio mai, e il sotituto Sinigaglia crea grattacapi fino a quando non se lo trova davanti. Leader assoluto.

20140920-220753.jpg

MASSIMO PACI, IL MIGLIORE DEL PISA (Foto Francesco Batoni)

Rozzio 6 – Un passo indietro rispetto alle passate prestazioni per il giovane centrale ex Fiorentina. Messo in difficolta’ dal saettante Siega, sembra meno tranquillo del solito e non collabora, come potrebbe, alla fase offensiva.

Napoli 6 – A corrente alternata Aiman Napoli, ancora oggi in un ruolo non suo come il terzino sinistro. Nel corso del primo tempo si comporta molto bene, dimostrandosi il piu’ propositivo in attacco, ma la luce svanisce presto e legittimamente Braglia lo toglie quando capisce che non ha piu’. (Dal 10 st Dicuonzo 6 – Nel suo ruolo congeniale a differenza di Napoli, in difesa non concede niente, mentre davanti mette due, tre palle interessanti non sfruttate. E’ necessario che venga recuperato al 100 per cento, soprattutto dopo la disgrazia di Costa.

Morrone 6 – La partita del capitano rappresenta l’emblema di quella di tutta la squadra. Una gara sulle gambe e bloccata, merito di un gran lavoro da parte dei reggiani a centrocampo (con un Parola fenomenale), con pochi spazi. Forse accusa un po’ di stanchezza viste le tre partite in meno di una settimana. (Dal 33 st Mandorlini SV)

Iori 6.5 – Ancora una performance in crescendo per Manuel Iori. Oggi e’ riuscito a crearsi piu’ spazio del solito e ha perfezionato piu’ aperture col compasso, vedi l’assist di testa volante che Misuraca manca clamorosamente, ma il bunker Reggiana ha resistito. Avrebbe potuto concludere in un paio di circostanze da fuori area come fa con una botta fuori di poco alla mezzora della ripresa, ma la confidenza sta aumentando progressivamente.

Pellegrini 6 – Partita dai due volti per il laterale destro. Non pervenuto nel primo tempo, probabilmente mentre tirava il fiato alla terza maglia da titolare in sette giorni. Ricaricato nella ripresa, risulta il piu’ ispirato e proprio dalla sua prateria di competenza il Pisa fa il gioco, non riuscendo tuttavia a sfondare.

Misuraca 6 – Sulla sua prestazione pesa come un macigno l’unica palla gol capitata oggi ai nerazzurri quando non capitalizza un rigore in movimento servito da un geniale tocco di testa da parte di Iori. Per il resto ancora molto movimento, sembra inserito molto bene negli schemi di Braglia. (Dal 33 st Mandorlini SV).

Arma 6 – Nonostante non sia arrivato il gol, ancora una prova di generosita’ da parte dell’ariete, che si mette a disposizione dei compagni facendo sponda e non esita a provarci di testa quando puo’, non arrivando pero’ ad inquadrarla oggi.

Giovinco 5.5 – Come lui stesso ha dichiarato nelpost-partita questa e’ stata una delle sue giornate no. Eppure l’inizio e’ dei piu’ confortanti, quando su punizione tenta il bis, ma la sua traiettoria si spegne di poco a lato. Poi non si vede piu’, imbottigliato come del resto i compagni tra le maglie emiliane e non ha modo di trovare opportunita’. (Dal 24 st) Stanco 5.5 – Prestazione identica a quella di chi prende il posto, l’impegno non basta quando non si riesce a superare i difensori e mediani avversari in giornata di grazia.

All Piero Braglia 6 – Probabilmente oggi affronta tra quelle viste sinora la formazione piu’ forte, solida dietro e nel mezzo e pronta a sferrare contropiedi grazie alla rapidita’ degli attaccanti. Fa bene a insistere su Sini e Misuraca, forse avrebbe potuto far rifiatare qualcun altro come Pellegrini o Morrone, La vetta e’ sempre sua, del generale, ma domani potrebbe eseere piu’stretta. Ma cio’ che conta e’ che non c’è nessuna paura di scivolare.

REGGIANA

Feola 6; Andreoni 6, Spano’ 6.5, Sabotic 6.5, Mignanelli 6; Angiulli 6.5, Parola 7, Bruccini 6;Tremolada 6 (Dal 18 st Maltese 6), Ruopolo 5.5 (Dal 18 st Sinigaglia 6.5), Siega 6.5 (Dal 39 st P.Zanetti SV). All. Colombo 6.5

By