Pisa dichiara guerra alle guide turistiche abusive. Sanzo: “E’ una battaglia di civiltà”

PISA – La nostra città dichiara guerra alle guide turistiche abusive sotto la Torre pendente.

Già prima di Natale infatti inizieranno i controlli previsti dal progetto eBadge, promosso dall’assessore al turismo della Provincia di Pisa, in stretta collaborazione con Comune e Confcommercio, che prevede la fornitura alle guide turistiche abilitate di un tesserino magnetico con codice QR, leggendo il quale con un qualsiasi smartphone, la polizia municipale potrà facilmente vedere se si tratta di un professionista in regola oppure no.

“E’ una battaglia di civiltà – spiega l’assessore provinciale al turismo, Salvatore Sanzo – per tutelare e difendere la professionalità e il lavoro delle guide turistiche abilitate, che hanno studiato, superato un esame non facile e che consideriamo parte essenziale del sistema di accoglienza nella provincia di Pisa”.

Per rendere più difficile ogni tipo di contraffazione, l’eBadge non contiene direttamente i dati, ma il codice QR rimanda a una banca dati remota, gestita dagli uffici della Provincia. Soddisfatta Silvia Piccini, presidente di Confguide Confcommercio Pisa: “E’ un primo obiettivo raggiunto a tutela delle guide turistiche abilitate, a fronte di un mercato sempre più numeroso di abusivi nella nostra professione”.

By