Pisa candidata a capitale europea della cultura 2019

PISA – Su indirizzo di una mozione votata trasversalmente dal Consiglio Comunale di Pisa, in riconoscimento del nuovo impulso culturale dato alla città dal lavoro collettivo di Enti, Istituzioni e Associazioni, Pisa si è candidata a Capitale europea della cultura 2019.

Questo titolo era stato creato dal Consiglio dei ministri dell’Unione europea nel 1985 per contribuire alla coesione dei popoli europei. Con un incontro al Ministero dei Beni culturali dello scorso 13 maggio, Pisa ha avviato il percorso della candidatura che la condurrà alla pre-selezione del 20 settembre 2013.

Una veduta dei lungarni (foto wilkipdia.org)

Un gruppo di lavoro tecnico sta lavorando già da alcuni mesi al programma e alla rete di relazione che è necessaria a rafforzare le possibilità di far parte del gruppo ristretto delle città prescelte.

Il paese che affiancherà l’Italia nel 2019 sarà la Bulgaria. Hanno già dato adesione e contribuito alla formulazione di una prima bozza di programma la Soprintendenza con il Museo di san Matteo e di Palazzo Reale, l’Opera del Duomo, la Fondazione Palazzo Blu, l’Università di Pisa e la Scuola Normale Superiore.

Il tema prescelto è quello della navigazione, che ha connotato l’antica repubblica marinara e che ben racchiude il senso contemporaneo di una città che ha “inventato” l’informatica e accolto il primo Festival Internet italiano. Ma l’idea della navigazione si sposa bene con alcune delle connotazione più forti di Pisa: quella di navigare verso il resto del mondo riportando indietro cultura e innovazione; quello di accogliere studiosi e ricercatori dal resto del mondo e renderli parte di un tessuto ricco di arte e ricerca.

You may also like

By