Pisa – Benevento 2-0 In un Arena da brividi il Pisa centra i play-off

PISA – In un’Arena da brividi il Pisa batte il Benevento (2-0) e centra e play-off. Sabato e Scappini sanciscono il 2-0 ai campani e volano agli spareggi promozione in uno stadio in festa.

Mister Dino Pagliari conferma la formazione della vigilia. Davanti a Sepe il quartetto arretrato è composto da destra a sinistra da Sbraga, Suagher, Colombini e Sabato. In mediana tornano Favasuli e Mingazzini dopo la squalifica. Sugli esterni, a sinistra Rizzo è preferito a Pedrelli e Benedetti, mentre a destra parte dal 1′ Antonio Buscè. Davanti la coppia d’attacco formata da Gatto e Scappini. Il Benevento risponde con il consueto 4-3-1-2. Montiel recuperato all’ultimo momento staziona dietro le due punte Mancosu e Marotta. All’Arena c’è una buona cornice di pubblico, il terreno è in perfette condizioni.

La partita. Prima del via grande coreografia della Nord con la scritta PISA con cartoncini nerazzurri a fare da contorno. La gara parte al 2′ con un tiro cross di D’Anna sul fondo. Al 6′ la prima azione del Pisa. Cross di Buscè, destro di Rizzo palla di poco alta. Il Benevento risponde con un destro velleitario dal limite. Palla sul fondo. Al 14′ un sinistro dell’ex D’ Anna sfiora la traversa. Al 15′ il Pisa perde Mingazzini che viene espulso su segnalazione del guardalinee sistemato sotto la tribuna. Pisa in dieci che però trova la forza di venire in avanti con Gatto che si guadagna un angolo. Dal corner al bacio di Favasuli con una traiettoria ad uscire Rocco Sabato lascia partire un sinistro che si infila nell’angolino. L’Arena è una bolgia. Pochi istanti dopo si fa male Buscè. Al suo posto dentro Barberis. Il Benevento si fa sotto, il Pisa soffre e rischia al 31′ quando Marotta su traversone di D’anna mette di testa di un soffio a lato e al 36′ Montiel calcia sull’esterno della rete. E’ un Pisa compatto che dopo l’espulsione di Mingazzini schiera Scappini unica punta con gatto a fare un po’ l’ala e un po’ l’attaccante quando la squadra riparte di rimessa. Mister Carboni al 40′ toglie Anaclerio e Marchi entrambi ammoniti e inserisce Pedrelli I. e Germinale. ma è il Pisa al 48′ a trovare il raddoppio. Punizione di Favasuli dalla sinistra nel cuore dell’area laddove Scappini in spaccata anticipa tutti e deposita in rete. E’ 2-0. L’Arena è in delirio. Si va al riposo con il Pisa in vantaggio di due reti.

Il secondo tempo. La ripresa inizia con il Benevento in avanti, che colleziona cinque angoli in pochi minuti, ma non si presenta mai pericolosamente dalle parti di Sepe. Al 6′ su azione di rimessa Gatto e messo giù al limite dal portiere Gori che viene prima ammonito e poi espulso. Ristabilita la parità numerica dunque. dieci contro dieci. Nel frattempo nel Pisa esce l’applauditissimo Scappini (7′) ed entra Benedetti. All’8′ la punizione di Favasuli dal limite termina di un soffio a lato. Al 20′ la prima occasione del Benevento arriva su azione d’angolo calciato da Mancosu: il colpo di testa è di Germinale. Grande parata di Sepe che blocca a terra. Al 21′ Pagliari toglie dal campo Rizzo per crampi, dentro Daniele Pedrelli. La gara scivola via senza molti patemi a parte un paio di interventi di Sepe su colpi di testa di Germinale (34′ e 36′). Nei quattro minuti di recupero non succede nulla. Il Pisa vince e vola ai play-off, che un mese e mezzo va sembravano una chimera. Adesso sono realtà. Vamos Pisa.

You may also like

By