Pisa-Avellino 0-3. Irpini espugnano l’Arena. Pisa, quattro legni e tanta amarezza

PISA –  Si chiude male il 2012 per  il Pisa che perde la super sfida contro l’Avellino (3-0) all’Arena. Nerazzurri condannati da due rigori realizati da Biancolino ad inizio gara e da Castaldo nella ripresa nel miglior momento del Pisa.

Nessuna novità nella formazione del Pisa rispetto a quanto detto alla vigilia sulle nostre pagine di presentazione. Torna Buscè sulla fascia destra rispetto allo schieramento proposto da mister Pane contro il Benevento. Confermata la difesa con Sbraga, Colombinib e Sabato. Centrocampo di guerrieri con Rizzo, Mingazzini e Favasuli in mediana e pendolino Benedetti a sinistra. Davanti la coppia gol Tulli-Perez.. L’Avellino neo capolista del torneo deve rinunciare a Zappacosta squalificato e a Giosa ed Herrera non in perfette condizioni fisiche esclusi dall’undici di partenza. L’allenatore Rastelli rinuncia anche al tre quartista Millesi che parte dalla panchina, con De Angelis che si va inizialmente a schierare al fianco di Biancolino e Castaldo in una sorta di 4-3-3. Prima del match capitan Favasuli deposita sotto la Nord un mazzo di fiori per ricordare la scomparsa di Paolo Balducci, morto ieri. La Nord con uno striscione lo ricorda così: “Vivrai sempre nei nostri cuori. Ciao Paolo… la tua curva”.

Il primo tempo. La gara entra subito nel vivo. Al 2′ Pisa già vicino al gol. Sbraga recupera un bel pallone sulla destra e serve Favasuli che dai diciotto metri con il sinistro colpisce la parte alta della traversa. Al 3′ l’episodio che cambia il match. mani in area di Benedetti. L’arbitro concede il rigore agli irpini. Biancolino dal dischetto spiazza Sepe e porta gli ospiti in vantaggio tra le proteste dell’Arena. Il rigore però è apparso netto. Il Pisa accusa il colpo e all’11’ l’Avellino ha la possibilità di raddoppiare. Angiulli si presenta a tui per tu con Sepe che respinge il tiro. Castaldo che ha seguito a rimorchio l’azione tenta di ribadire in gol, ma Colombini in scivolata salva nei pressi della linea di porta. Passata la paura i nerazzurri si riassestano e all 14′ Rizzo innesca Perez che però manda alto. Al 23′ viene ammonito per simulazione capitan Favasuli che essendo in diffida salterà la gara del prossimop 7 gennaio a Latina. Al 29′ arriva ancora dalla fascia destra la minaccia per l’Avellino con Buscè che innesca con un traversone Perez che al volo calcia alto. Al 30′ Sepe arriva alla tre quarti nerazzurra per anticipare Castaldo lanciatissimo a rete. Tra il 31′ e il 32′ due ammoniti, uno per parte: Pezzella per l’Avellino e Sabato per il Pisa. Al 34′ bella azione sulla sinistra avviata da Tulli e proseguita da Favasuli che serve Mingazzini che dal limite calcia alto sopra la traversa. Un minuto più tardi contropiede irpino con Biancolino che scatta sul filo dell’off side, si allarga troppo ed è costrettoa  mettere in mezzo per Castaldo che calcia debolmente tra le braccia di Sepe. Di fatto è l’ultima emozione del match per quanto riguarda la prima frazione che si chiude con l’Avellino in vantaggio.

Il secondo tempo. Non ci sono cambi nei due schieramenti ad inizio ripresa. Al 1′ nerazzurri subito in avanti. Cross dalla destra del solito Buscè, Perez sotto misura impegna Fumagalli che d’istinto respinge. E’ sempre Pisa che va vicino al gol in due circostanze con Favasuli. Al 2′ è servito da una punizione di Sabato da sinistra, al 3′ da una sponda di Rizzo, con palla alta sopra la traversa. All’8′ però la gara del Pisa si complica. Fallo di Sabato sul filo dell’out ai danni di Castaldo. Giallo per il difensore già ammonito che quindi viene espulso. Pisa in dieci e con un gol da recuperare. Pochi istanti dopo viene allontanato dal campo anche Pane per proteste. L’Avellino sfiora il raddoppio con Angiulli e Biancolino. Il Pisa vacilla, ma al 14′ un colpo di testa di Perez fa venire i brividi alla formazione irpina. Un minuto dopo ci prova Tulli dal limite con Fumagalli che blocca a terra. La squadra dio mister Pane va vicina al pareggio al 17′. Angolo da destra di Buscè Colombini sotto misura incoccia la traversa. Due minuti più tardi è ancora il Pisa a farsi vedere in avanti con la sponda di Perez per Favasuli che appena dentro l’area calcia di sinistro con la palla che sibila la traversa. Al 24′ però l’Avellino beneficia di unb altro rigore per un fallo di mano di Colombini in area nerazzurra. Anche <Colombini come Favasuli e Sabato salteranno Latina. Castaldo spiazza Sepe: 2-0. Esulta la cinquantina di tifosi arrivati dall’irpinia. E’ dura per il Pisa, che gettano il cuore oltre l’ostacolo. Perez (32′) solo davanti a Fumagalli con il destro colpisce due volte il palo con la palla che attraversa kla linea di porta e torna in campo. Nerazzurri anche sfortunati. Mister Pane inserisce in contemporanea al 33′ Gatto e Barberis in luogo di Rizzo e Mingazzini. Per l’Avellino fuori Pezzella e dentro Bianco. Negli ultimi 5′ Pane gioca la carta Scappini al posto di Tulli. Finale nervoso. Niente di fatto. L’Avellino segna il 3-0 con il giovane Bariti in contropiede. Il Pisa perde contro l’Avellibno che si conferma la capolista del girone B.

You may also like

By