Piero Braglia: “Non siamo belli, ma chi se ne frega. Mi prendo una pausa, qualcuno parlerà per me”

PISA – Al termine della gara del “LungoBisenzio” ha parlato Piero Braglia sempre in maniera schietta come gli conviene Dopi ogni gara dei nerazzurri.

“Abbiamo vinto con una squadra difficile, in pochi verranno qui a vincere, non saremo belli, ma chi se ne frega. Nel secondo tempo avessimo attaccato la profondità la partita sarebbe chiuso prima, peccato per Arma, se è uscito non è buon segno, perché lui difficilmente getta la spugna.

20141116-165943.jpg

“Non mi piace come si stanno comportando certe persone, non parlo del presidente, qualcuno da per scontato che tutto sia facile. Bisogna stare umili e non essere presuntuosi, oggi sarà l’ultima volta che parlo poi mi prenderò una pausa, non voglio diventare antipatico. Oggi forse per la prima volta ci siamo calati nella categoria. Napoli l’ho tolto per perdere tempo, la sua non è una bocciatura. Devo ringraziare Rozzio che nel secondo tempo di testa le ha prese tutte, ma in generale tutti hanno lottato e hanno fatto una grande partita. Battini? E’ una persona più grande di me, credo che dovrebbe farsi gonfiare meno le orecchie da chi gli sta intorno, perché per il resto è un grande presidente. Buttare vis i soldi non fa piacere a nessuno, sono d’accordo con lui. Noi però siamo venuti qua e abbiamo detto o di vince o si va a casa. I pareggi non sono utili? Chi lo dice? Se faccio tre pareggi ho tre punti, se ne faccio zero non ho niente”.

By