In Piazza Vittorio Emanuele grande successo per la giornata della Protezione Civile. Le foto

PISA – In piazza Vittorio Emanuele sabato 24 settembre si è svolta la giornata della Protezione Civile, un’occasione per vedere i mezzi e gli uomini, professionisti e volontari, che entrano all’opera nei casi di emergenza.

image

https://www.facebook.com/pisanews.net/?ref=bookmarks (Guarda le foto di Roberto Cappello sul profilo Facebook di Pisanews)

Un’occasione per presentare alla città il bilancio annuale delle attività e per ricordare gli uomini, le associazioni e le istituzioni che si impegnano ogni anno per la sicurezza della propria comunità.

Dopo i saluti delle autorità, tra cui il vicesindaco con delega alla Protezione Civile Paolo Ghezzi, il vicecapo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli e il viceprefetto di Pisa, il Sindaco Marco Filippeschi ha letto la Relazione annuale sull’attività svolta dalla Protezione Civile di Pisa:

image“Il Comune di Pisa, con il suo sistema di Protezione Civile è protagonista di uno sforzo di programmazione, di previsione e di prevenzione, volto a ottimizzare e impiegare efficacemente risorse ed enti impegnati nel settore, insieme a persone che donano tempo e passione nel volontariato, nella consapevolezza che mettere a fattor comune competenze e soggetti diversi è il modo migliore per affrontare una missione davvero complessa. Anche quest’anno abbiamo avuto un notevole numero di interventi per micro e macro emergenze, pari a 253 complessivamente. In caso di piogge abbondanti la Protezione Civile utilizza, oltre alla stazione meteo collocata sopra la sede dell’Ufficio, la rete di sensori dedicata al monitoraggio del reticolo idraulico di Porta a Lucca. Tali sensori coprono sei punti strategici del reticolo idraulico minore della città e consentono un monitoraggio dei livelli in situazioni di allerta. E’ operativo il sistema di telecontrollo dell’impianto di pompaggio del fosso Bargigli e in corso di ultimazione l’impianto di via Lucchese.

Il Comune, con la società Acque, Con PisaMo e con il Consorzio di Bonifica ha realizzato o messo in cantiere interventi per circa sei milioni di euro, programmando altri importanti interventi su tutta la rete, dopo l’evento calamitoso rappresentato dal nubifragio del 24 agosto 2015. E naturalmente stiamo monitorando lavori ancora necessari per situazioni puntuali, quale il quadrante critico di San Marco o un’area di Putignano che vedono ancora allagamenti in casi di precipitazioni molto intense e concentrate nel tempo. Ricordiamo infine il nuovo sistema per la gestione delle allerte meteo e comunicazioni di emergenza denominato ALERTPISA a cui sono iscritti moltissimi cittadini”.

La Giornata della Protezione Civile si chiude ogni anno con la cerimonia di consegna dei Premi. Dal 2006 vengono assegnati i Premi Annuali della Protezione Civile, nati con lo scopo di promuovere, sviluppare e coltivare la crescita dell’impegno nell’ambito della Protezione Civile.

imageI Premi vengono attribuiti a due persone, una individuata tra gli addetti ai lavori (Premio Semeraro, intitolato dal 2009 in ricordo del Generale della Guardia di Finanza Paolo Semeraro) e l’altra tra i cittadini (Premio Verdigi) che, per l’impegno sociale o la solidarietà nel loro agire, hanno ben rappresentato i valori propri della Protezione Civile. Un terzo premio, di livello internazionale, viene attribuito ogni anno ad una personalità che si è distinta per capacità organizzative, competenza, preparazione, intuizione o capacità di intervento ed è intitolato a Kinzica de’ Sismondi, giovane nobile pisana che secondo la leggenda salvò la città dall’invasione dei saraceni, mettendo in allarme l’intera città.

Il premio Paolo Semeraro per gli addetti ai lavori, quest’anno è stato assegnato alla memoria di Antonio Lorenzini, per aver contribuito con alto senso civico, abnegazione e professionalità alla crescita del volontariato di Protezione Civile.

Il premio Marco Verdigi per i non addetti ai lavori, è stato assegnato all’unanimità alla comunità di Amatrice, profondamente colpita dal terremoto del 24 agosto 2016. Il premio sarà consegnato alla Città di Amatrice in occasione della consegna del ricavato della raccolta di fondi organizzata dai 6 Comuni dell’Area Pisana (Pisa, Calci, Cascina, Vicopisano, Vecchiano, San Giuliano Terme).

Il premio internazionale “Kinzica” è stato assegnato alla memoria di Luca Spoletini, per aver, nel corso della sua decennale carriera presso il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, operato in contesti nazionali e internazionali, a riconoscimento dello spirito di dedizione e per il qualificato contributo di competenze apportato nel campo della comunicazione e promozione dell’intero sistema di Protezione Civile.

Infine la Protezione Civile di Pisa quest’anno ha voluto inoltre consegnare altri due riconoscimenti:

ad Alessandro Guarducci, per l’alta professionalità e il prezioso contributo recato al sistema regionale di Protezione Civile; al Liceo Artistico dell’Istituto d’Istruzione Superiore Carducci di Volterra, per il continuo impegno a partecipare alla celebrazione della Giornata di Protezione Civile con opere artistiche di eccellente rilievo.

Ad assegnare i Premi e coordinare la cerimonia, insieme alla dirigente del Comune di Pisa Manuela Ballantini, il vicesindaco Paolo Ghezzi: «Le Giornate di Protezione Civile, ogni anno sempre più vissute e così partecipate, vogliono essere un segnale concreto di presenza di questo sistema, fatto di grandi responsabilità, impegno e lavoro di squadra. La Piazza Vittorio Emanuele, in queste giornate, vuole raccontare alla città una storia fatta di risultati e di obiettivi e comunicare con chiarezza che il Sistema di Protezione Civile vuole dialogare pubblicamente ed apertamente dei frutti del proprio lavoro e dei problemi ancora aperti. Perché il nostro Sistema di Protezione Civile non può fare a meno della città e la città non può fare a meno di farne parte».

By