Parlano i mattatori del successo su L’Aquila: Montella, Ricci e Lupoli

PISA – Spazio ai protagonisti nerazzurri che hanno deciso il match contro L’Aquila.

Antonio Montella: “Il mio gol e sbloccare la situazione mi ha reso davvero felice. Cerco di mettermi a disposizione le mie caratteristiche del mister e della squadra. Io sono sempre stato una seconda punta, non ho una stazza da prima punta. Sto bene nonostante il fastidio alla caviglia”.

image

Matteo Ricci: “Giocando con due punte ci permette forse di giocare molti palloni in profondità. Con Di Tacchio mi trovo molto bene perché Francesco è un giocatore fisico. Ci compensiamo a vicenda. Durante la partita bisogna migliorare alcune piccole cose come i cali di concentrazione, ma siamo sulla strada giusta”. Il centrocampista descrive il gol: “Mi è arrivata una bella palla l’ho stoppata e di piatto ho calciato e grazie a Dio è andata in porta. Per me oggi è stata una doppia gioia perché oggi anche la Roma ha vinto il derby con la Lazio. Il cuoricino dopo il gol? Era una dedica alla mia ragazza”.

Arturo Lupoli: “Per me e’ state un buon rientro, sapevamo che dopo i risultati di ieri non potevano fallire questa gara molto importante. Questo successo e’ un bel segnale al campionato da parte nostra. Al momento sto bene, grazie anche al lavoro dello staff medico, ce l’ho fatta a venire fuori da un risentimento ad un adduttore è un virus influenzale. Non giocare non è bello però’ fa parte del nostro lavoro e quando stiamo fuori dobbiamo impegnarci sempre per tornare meglio di prima. Contro il Savona è stata una gara molto brutta, quello non era il Pisa, che spero che quando dovesse perdere ancora lo faccia da Pisa e non come è successo a Savona. Fuori casa forse perdiamo un po’ di sicurezza. Le sconfitte e le prestazioni negative rientrano nel processo di crescita della squadra. Noi abbiamo molti giovani e anche questo è un elemento che ci aiuta da un lato ma dall’altro in qualche caso può penalizzarti”.

By