Paolo Indiani: “Ragazzi straordinari”. Rodriguez: “Pontedera, una delle squadre più forti del campionato”

PONTEDERA – Nella sala stampa del “Mannucci”sono i due tecnici i grandi protagonisti del dopogara. Queste le parole dell’allenatore ospite David Rodriguez “abbiamo affrontato una squadra importante,a livello di gioco sicuramente una delle migliori del torneo.

Il Pontedera,che già aveva disputato una stagione da protagonista lo scorso anno,in questo torneo sarà di nuovo tra le compagini migliori perché a mio parere si è rinforzata.Alla distanza è venuta fuori la loro maggiore esperienza,amalgama e personalità ma i miei ragazzi sono usciti a testa alta ed in certi momenti sono riusciti anche a metterli in difficoltà. Purtroppo quella deviazione iniziale che ha provocato il loro vantaggio ci ha costretto a cambiare immediatamente l’impostazione della gara.Il nostro campionato è diverso da quello dei granata perché puntiamo ad una salvezza tranquilla e a far crescere qualche giovane. Abbiamo bisogno di fare esperienza.Soddisfatto della prestazione sò anche cosa ci attende;ovvero un campionato di sofferenza da affrontare con sacrificio e umiltà.Per noi è la prima volta in un campionato professionistico e con questo ho detto tutto”.Un giornalista domanda come vede il campionato con questi orari sfalsati “Chiaramente creano disagi sia ai tifosi sia agli addetti ai lavori per i quali è sempre più difficile organizzare e preparare le gare. Bisogna sottolineare che la visibilità televisiva porta comunque i suoi vantaggi per una categoria fino a ieri poco considerata”.

20140909-053751.jpg

Al tecnico ospite subentra un soddisfatto Paolo Indiani: “Questi 3 punti sono merito esclusivo di questi straordinari ragazzi che non si arrendono mai ed anche nei momenti più duri quando intravedono una minima possibilità cercano sempre di sfruttarla. Abbiamo meritato la vittoria; il nostro portiere non ha dovuto compiere interventi importanti e se si esclude il gol di Poletti non abbiamo corso molti pericoli, per questo mi sarebbe dispiaciuto oggi non cogliere i 3 punti.Loro hanno almeno tre individualità di spicco veloci e abili nel palleggio,a livello offensivo sono una squadra di tutto rispetto.La gara ha avuto uno svolgimento strano perché dopo averla sbloccata in modo fortunoso ma meritato nei primi minuti sembravamo in grado di controllarla senza particolari problemi.Purtroppo ci sono stati due errori grossolani in fase di appoggio mentre la squadra era in uscita, che hanno provocato altrettante ripartenze costate due ammonizioni e una doppia punizione dal limite in pochi minuti.Dalla seconda,battuta in modo magistrale, è venuto fuori il pari.”Alla domanda quanto possano aver influito i cambi sul risultato finale con gli ingressi di Luperini e Cesaretti Indiani replica “sinceramente non so se sia stato un caso o semplice fortuna,fatto stà che il nostro gioco offensivo ad inizio ripresa latitava e tutti vedevano che difficilmente saremmo riusciti ad arrivare al secondo gol, contrariamente al primo tempo quando abbiamo creato molte occasioni per il raddoppio sfumate di un soffio.Alla fine ce l’abbiamo fatta sfruttando secondo me anche un loro inevitabile calo fisico visto il ritmo sostenuto con cui avevano giocato la prima frazione. Molto importante è stata la prova di Scardina giocatore dal fisico possente e che non molla mai”. Un plauso per quanto riguarda i granata alla prova di Paparusso abile nel saltare l’uomo che si propone continuamente e in grado con una certa facilità di crossare. Da citare anche Caponi per lo straordinario gol realizzato ed un incoraggiamento lo vogliamo fare anche per Settembrini che stasera ha riconfermato di avere doti importanti.Tra gli ospiti sugli scudi la coppia Coto, La Mantia che ha retto da solo l’attacco sanmarinese ben coadiuvata da Poletti, giocatore discontinuo ma di qualità, autore di una punizione magistrale.

20140909-125403.jpg

By