Nerazzurri, tornate a ruggire! All’Arena (ore 18) c’è Pisa – Gubbio. Tre punti sono necessari

PISA – Cambio di rotta. E’ necessario per togliere anche quei minimi dubbi che il Pisa sarà protagonista fin da subito in questo campionato. E questo i ragazzi di mister Braglia dovranno farlo questo pomeriggio (ore 18) Nella gara interna contro il Gubbio all’Arena.

QUI PISA. Mister Braglia non potrà contare su Pelagotti. La porta nerazzurra e’ nelle mani di Simone Moschin, uno dei migliori giovani portieri nel nostro panorama calcistico, scudettato con la Primavera del Chievo lo scorso maggio dopo aver neutralizzato tre rigori al Toro, grande favorito alla vittoria finale. Davanti al portierino di proprietà del Chievo ci saranno Paci e Lisuzzo. Sugli esterni del pacchetto arretrato spazio a Pellegrini sulla destra. Ballottaggio sulla corsia mancina tra Dicuonzo e Costa. A centrocampo la linea mediana sarà occupata da Morrone, con Iori che avrà ancora una volta in mano le chiavi del centrocampo. Sugli esterni di fascia confermato Aiman Napoli sulla destra, mentre sulla corsia di sinistra Finocchio dovrebbe avere un piccolo vantaggio su Frediani. In attacco dal primo minuto dovrebbe tornare Rachid Arma in coppia con Giovinco, ma non è escluso che il tecnico maremmano giochi la carta Stanco assieme al marocchino.

20140913-171331.jpg

QUI GUBBIO. Se il Pisa è chiamato a tornare al successo anche in casa Gubbio la parola d’ordine è pronto riscatto dopo la batosta interna subita domenica contro la Lucchese che a sorpresa ha espugnato il “Barbetti” con un secco 2-0 che non ha lasciato attenuanti alla squadra di Acori, contestata duramente dai suoi tifosi al termine del match. Il tecnico ex Livorno e Grosseto riproporrà il solito 4-3-3 visto con i rossoneri. Tra i pali confermato Iannarilli, con il quartetto difensivo che sara formato dal forte terzino della Lazio Luciani, Rosato, Lasicki e Caldore. Trio di centrocampo d’esperienza formato da Esposito, l’ex Livorno Loviso (in estate cercato anche da Vitale) e Domini. Il trio d’attacco sarà formato da Regolanti, Vettraino e uno tra Marchionni (favorito) e Mancosu.

NON SOLO CALCIO. La giornata dell’Arena sara caratterizzata da due appuntamenti. Prima del match il Pisa 1909, celebrerà Daniele Meucci fresco campione europeo nella Maratona e grande tifoso nerazzurro sin da bambino, che a battuto un mese e mezzo fa anche il suo record personale facendo gioire l’Italia, ma soprattutto la nostra città. Alla premiazione del campione pisano oltre al Pisa parteciperà anche l’Amministrazione Comunale. L’altro appuntamento non meno importante èl’impegno del Pisa 1909 che si schiererà al fianco del “Comitato per la Certosa di Calci” nella campagna a tutela e salvezza del complesso monumentale che versa in un grave stato di degrado. Come aderire? Il Comitato Certosa di Calci faranno girare sugli spalti dell’Arena dei moduli pre-stampati e con una firma ciascuno potrà dare il proprio contributo. L’intera squadra del Pisa 1909 ha già aderito all’iniziativa.

RADIO WEB E TV. Per chi non potrà essere all’Arena potrà seguire Pisa – Gubbio in diretta radiofonica con il “diritto di cronaca” sulle frequenze di Punto Radio (91.6 Mhz) e su Radio Bruno (102.8 Mhz). La gara si potra vedere integralmente su Lega Pro Channel sul canale Sportube.tv e la telecronaca sarà a cura di Massimo Marini. In serata su 50 Canale appuntamento con la Voce dagli Spogliatoi alle ore 21. Su Granducato TV alle ore 21.15 spazio a “Il Rossocrociato”.

BIGLIETTI. – I biglietti per Pisa – Gubbio si potranno acquistare anche nella giornata di Domenica 14 settembre fino ad un’ora prima del fischio d’inizio. Ecco gli orari del Pisa Point: Mattina 09,30 – 12,30. Pomeriggio 14,00 – 17,00

PISA – GUBBIO: LE PROBABILI FORMAZIONI

PISA (4-4-2): Moschin; Pellegrini, Lisuzzo, Paci, Costa (Dicuonzo); Napoli, Morrone, Iori, Finocchio; Arma, Giovinco. A disp. Adornato, Sini, Mandorlini, Misuraca, Dicuonzo (Costa) Frediani, Stanco. All. Piero Braglia

GUBBIO (4-3-3): Iannarilli: Luciani, Rosato, Lasicki, Caldore; Esposito, Loviso, Domini; Marchionni, Regolanti, Vettraino. A disp. Citti, D’Anna, Castelletto, Casiraghi, Luparini, Cais, Mancosu. All. Leonardo Acori.

ARBITRO: Andrea Morreale di Roma 1 (Ass. Larotonda – Garavaglia)

By