Musica a Natale: Villa Medicea tra sacro, profano e solidarietà

ARENA METATO – La grande musica da camera per l’open house di Villa Medicea. Le magnifiche stanze della storica dimora costruita da Giulio de’ Medici all’Arena Metato ospitano, domenica 14 dicembre, dalle 17 in poi, un altro delizioso appuntamento ad ingresso gratuito promosso dall’associazione “Italia Arte e Prestigio” per la direzione artistica di Pietro Modica ed il coordinamento di Ilaria Navarria

20141212-122549.jpg

il concerto-tributo alle più belle ed emozionanti arie del canto rinascimentale e barocco. Interpreti il controtentore pisano Alessandro Carmignani ed il soprano siciliano Jennifer Schittino, una lunga carriera tra palcoscenici e produzioni teatrali internazionali. Li accompagna al pianoforte, in questo viaggio nelle profondità della musica più dolce, il Maestro Chiara Mariani che vanta numerose collaborazioni tra cui il Teatro Goldoni di Livorno ed il Festival Pucciniano di Torre del Lago.

Un appuntamento dal sapore già festivo per avvicinarsi all’atmosfera del Natale nel segno della cultura, dell’intrattenimento di qualità e soprattutto della solidarietà. Le donazioni e parte dei proventi derivanti dalle opere degli artisti protagonisti della collettiva (e della vendita della Villa) sarannoinfatti devoluti all’’Oasi Melitense per i Bimbi Nati che si occupa di sostenere con generi alimentari e abbigliamento i bambini nati e cresciuti grazie alla scelta delle madri di non abortire e donare la vita al proprio figlio, e all’Associazione Salvezza Animali “Rifugio Tom”. In esposizione, fino all’11 gennaio, le opere di Adriana Abbate, Maddalena Franguelli, Gianluca Maggiani, Giorgio Fornaca, Tommaso Santucci, Paola Marchi, Roberto Giansanti, Nuria Rami Jurado, Vittorio Formisano, Gian Carlo Pardini e Maurizio Giani con alcune delle creazioni della collezione Scart.

Per info visitare il sito www.italiaarteprestigio.it / www.facebook.com/italiaarteeprestigio. Villa Medicea e’ Aperta tutte le domeniche dalle 15 alle 20. L’ingresso è gratuito.

By