Momenti topici: Buscè rottura del setto nasale, Mingazzini rischia fino a tre giornate

PISA – Il clima che si respira nell’ambiente nerazzurro è di completa euforia e goduria. La consapevolezza è quella di aver battuto una squadra di spessore e di aver centrato un grande traguardo : i play-off. Adesso però la mente è già rivolta al futuro e si contano i danni con Buscè che si è fratturato il setto nasale (ne avrà per una quindicina di giorni) e Mingazzini che rischia fino a tre giornate.

Analizziamo il primo aspetto. Al 15′ minuto di gioco l’arbitro espelle Nicola Mingazzini dal campo. Il centrocampista nerazzurro è reo di aver colpito con un pugno il giocatore sannita Anaclerio. A segnalare il tutto al Sig. Chiffi di Padova il suo assistente Bottegoni (posizionato sotto la tribuna stampa).

Antonio Buscè (Foto Massimo Ficini)

Le proteste nerazzurre però erano iniziate prima, quando Anaclerio aveva colpito al naso rompendogli il setto Antonio Buscè, che è stato costretto ad uscire. Il Pisa in pochi minuti ha dovuto fare a meno di Mingazzini prima e di Buscè poi.

Adesso resta da vedere che cosa deciderà il giudice sportivo visto che sembra che Mingazzini abbia dato un cazzotto ad Anaclerio colpendolo all’altezza del rene. Se l’arbitro scrivesse questo nel suo referto il centrocampista potrebbe rischiare fino a tre giornate dato che è stato espulso direttamente.

By