Mario Biondi Cpt 3 lancia l’allarme: “Presenze di famiglie disagiate e Rom sproporzionata rispetto agli altri quartieri della città”

PISA – Il Consiglio Territoriale di Partecipazione 3 da mesi lavora in contatto con i cittadini sulle problematiche della sicurezza e degli insediamenti abusivi presenti sul territorio

organizzando assemblee e consigli aperti, le recenti polemiche con lettere alla stampa, non ultima quella dell’eurodeputata Barbara Spinelli tendono a vedere la situazione solo in un contesto ideologico, mentre il nostro intento con le istituzioni è sempre stato quello di trovare soluzioni che possano far rientrare le problematiche in un quadro di normale convivenza.

Non vogliamo entrare sul numero di firme fra i genitori delle scuole di Putignano – S Ermete e il comitato di cittadini di Putignano, né sull’attuale e futuro numero delle presenze di persone rom nella citta di Pisa, ma più volte abbiamo sostenuto che il numero di queste presenze nel territorio del Consiglio Territoriale di Partecipazione 3 era ed è sproporzionato rispetto alle altre zone e/o citta delle Toscana e che il livello di legalità e di sicurezza per i cittadini necessitava di maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine
Le soluzioni delle istituzioni preposte devono impedire che le persone, compresi bambini e donne incinte, vivano in ambienti tanto degradati, con livelli di igiene e sicurezza del tutto inadeguati e che i soggetti irregolari siano allontanati.

Non ci sfuggono le norme europee sui diritti, i doveri per il soggiorno e per l’inclusione, compresi i relativi finanziamenti, ma i recenti fatti di cronaca ci spingono a richiamare tutti ad un maggior senso di responsabilità, soprattutto in un momento tanto difficile per il nostro paese.

Il Consiglio Territoriale di Partecipazione ribadisce il pieno sostegno alle iniziative del Comune e della Prefettura volte a trovare adeguate soluzioni alle problematiche cosi care ai residenti dei nostri quartieri.

Fonte: Marco Biondi Presidente CTP3

By