Manuel Iori: “A Prato sarà un altro Pisa. A giugno raggiungeremo cosa ci hanno chiesto”

PISA – Alla ripresa degli allenamenti di questo pomeriggio ha parlato davanti a telecamere e taccuini, il centrocampista nerazzurro Manuel Iori.

Iori e’ tornato a parlare della gara contro la Lucchese: “Non è facile giocare all’Arena Garibaldi contro avversari che scendono in campo soltanto con il fermo proposito di distruggere il nostro gioco e di difendersi a oltranza”, spiega il centrocampista nerazzurro che afferma – solo il Teramo alla prima giornata è venuto a giocarsi la partita all’Arena a viso aperto, il resto delle squadre comprese la Reggiana e il Pontedera che sono ai vertici della classifica, non ci hanno permesso di giocare e la stessa cosa ha fatto la Lucchese venerdì scorso”.

20141111-212746.jpg

MANUEL IORI (Foto Francesco Batoni)

L’esperto centrocampista ex Padova e Livorno difende la prova dei suoi compagni: “Noi abbiamo disputato una partita intensa, creando quattro cinque occasioni da gol, in cui potevamo segnare e poi non ci siamo visti assegnare un rigore piuttosto evidente”.

Il nostro intento era quello di vincere la partita, in casa facciamo un pò fatica, e’ vero, ma i nostri tifosi comunque ci hanno applaudito ed hanno capito che la prestazione c’è stata”. Il centrocampista indica la strada: “L’importante è arrivare a giugno avendo compiuto quello che ci è stato chiesto, che è anche quello che la piazza merita”.

Il numero quattro nerazzurro e’ proiettato già alla sfida di domenica prossima al “Lungobisenzio”: Sono convinto che il derby di domenica sarà una sfida diversa, il Prato sicuramente ci concederà qualcosa in più, ma dobbiamo stare con gli occhi aperti in difesa, perché è vero che ha la peggior difesa del campionato, ma e’ altrettanto vero che ha anche il miglior attacco”.

By