L’ex di turno. Raffaele Perna: “Pisa, che ricordi! Sarà una gara molto difficile”

PISA – Domenica il Pisa si ritroverà di fronte contro L’Aquila un ex che ha lasciato un buon ricordo in maglia nerazzurra, andando in doppia cifra con 15 gol segnati in 29 presenze nel campionato di C 2011/12. Si tratta dell’attaccante Raffaele Perna, nato a Napoli il 3 Luglio 1986, ma umbro di adozione, in quanto vive a Terni.

di Maurizio Ficeli

Ben ritrovato su Pisanews, Raffaele: cominciamo a parlare del tuo gol che ha permesso alla tua squadra di pareggiare con il Santarcangelo: ce lo vuoi descrivere?

“Si. E’ stato un calcio d’angolo su sponda di Maccarrone, ho ricevuto il pallone ed ho fatto una rovesciata di istinto ed ho fatto gol”.

Sei nell’Aquila da due anni, che bilancio è quello della tua militanza nella squadra abruzzese?

“L’anno scorso non è stato positivo, in quanto potevamo ambire ai playoff e così non e’stato. Quest’anno invece dobbiamo pensare a salvarci ed a maturare”.

Ma che squadra e’ questa dell’Aquila?

“Siamo una squadra giovane, che fa del collettivo la propria forza”.

Quale modulo di gioco adottate?

“In questo momento stiamo giocando con un 4-3-2-1, ma può essere adottato anche un 4-3-3”.

Domenica verrai a Pisa ed affronterai la tua ex squadra in un ambiente che ti ha consacrato goleador in doppia cifra: cosa proverai quando salirai le scalette?

“Sarà una cosa bellissima. Conservo un bellissimo ricordo sia personale, sia a livello di squadra e compagni. Un ricordo positivo come città ed ambiente”.

Ti capita di sentire i compagni di squadra della tua avventura all’ombra della Torre?

“Si, certo mi sento spesso con Luigi Sepe, con Leo Perez, con Leo Gatto, Ciccio Favasuli e Gabriel Raimondi e con loro mi capita di parlare spesso anche di quella stagione in nerazzurro”.

E col Pisa attuale che gara prevedi?

“Sarà senz’altro una sfida difficile, i nerazzurri sono una squadra forte ed avranno una grande voglia di rivalsa, dopo la sconfitta di domenica scorsa col Savona”.

Conosci qualche giocatore della squadra di Mister Gattuso?

“Si. Conosco bene Andrea Lisuzzo, col quale ho giocato insieme nel Martina Franca e contro quando io ero nel Cittadella e lui nel Novara. Inoltre ho giocato due anni nel Como con Simone Fautario. Sono due giocatori validi e fortissimi”.

Quindi, concludendo Raffaele: quali fattori potranno determinare il risultato a favore dell’una o dell’altra squadra?

“Sarà una partita strana, contro un’ottima squadra, il Pisa ma noi andiamo là per portare a casa punti. Dovremo stare attenti ai calci piazzati. Il risultato potrà essere determinato da episodi”.

By