L’avversario del Pisa ai raggi X: il Carpi

PISA – Dopo la bella prova offerta la settimana scorsa contro il RapalloBogliasco, questa sera all’ “Arena” alle 20-30 il Pisa scende di nuovo in campo per il secondo turno di CoppaItalia TIM Cup contro il Carpi. Andiamo a scoprire nel dettaglio i nostri avversari.

Sara’ un Impegno ben piu’ probante di sette giorni fa al cospetto della compagine modenese, reduce dal suo primo e ottimo campionato di serie B della sua storia e decisa a disputare anche quest’anno una stagione altrettanto positiva.

NUOVO MISTER. Sulla panchina dei biancorossi a Bepi Pillon e’ subentrato infatti a giugno un nuovo tecnico, quel Fabrizio Castori che ha guidato in serie A L’Ascoli, allenatore di tutto rispetto e affidamento. Per quanto concerne l’organico, la squadra ha mantenuto buona parte dell’ossatura della passata stagione, perdendo tuttavia interpreti di rilievo principalmente in attacco, come il suo goleador Memushay (8 reti), Matteo Ardemagni e Alessandro Sgrigna. Tuttavia il mercato non e’ ancora terminato e proprio in direzione dell’acquisto delle ultime pedine funzionali si sta muovendo la dirigenza.

UNA DIFESA COL VIZIO DEL GOL. Come gia’ anticipato in altri nostri articoli, la compagine emiliana si schiererà con un modulo speculare a quello dei neroazzurri di Braglia, un 4-3-3 offensivo e rapido. Tra i pali ci sara’ il nuovo arrivato Dossena, classe 1987 l’anno scorso a Venezia, e davanti a lui la collaudata e confermata linea a quattro Gagliolo- Poli-Romagnoli-Letizia. Qui bisognera’ tenere d’occhio i due terzini (Gagliolo a sinistra, Letizia a destra) e soprattutto il centrale ex Pescara, Simone Romagnoli, ventiquattro anni e col vizio del gol.

OCCHIO AI DUE EX. In mezzo al campo Castori si affidera’ all’esperienza dell’ex nerazzurro Filippo Porcari, classe 1984 da quasi un decennio in serie B con le maglie di Spezia, Novara, Avellino e passato appunto sotto la Torre nella stagione 2004-2005. Oltre a lui ci sara’ un altro ex-neroazzurro, ossia Lorenzo Pasciuti, venticinquenne giunto a Carpi nel 2009, proprio da Pisa, dove fu acquistato in serie D nell’era Camilli-Battini. Infine il pacchetto dei mediani verra’ completato dall’ex Primavera della Juventis Raffaele Bianco, classe 1987, arrivato a gennaio da svincolato.

MBAKOGU OSSERVATO SPECIALE. In avanti il Carpi sfodererà le sue armi migliori. Il pericolo numero uno risponde al nome di Jerry Mbakogu, nigeriano classe 1992 esploso nella Juve Stabia proprio di Braglia e consacratosi a Padova, che e’ arrivato la scorsa estate per ben un 1.2 milioni, un forte investimento da parte della societa’ modenese, che alla fine di questa stagione, se l’era visto tornare alla casa madre, il Padova, ma dopo il fallimento dei Biancoscudati, Mbakogu ha fatto ritorno a Carpi. Ai suoi lati agiranno le ali Antonio Di Gaudio, palermitano classe 1989, e l’ex Varese Fabio Concas, ventottenne in costante crescita. Entrambi saranno squalificati per la prima sfida di campionato che il Carpì giocherà poco lontano da Pisa, all’Ardenza contro il Livorno.

4102
Immagine ripresa da transfermarkt.it

Ce la fara’ il Pisa a spuntarla contro la formazione emiliana? Noi tutti ce lo auguriamo. La partita si presenta sulla carta leggermente a favore degli uomini di Castori, ma il Pisa ha dalla sua un organico non molto inferiore e l’apporto del pubblico che si e’ mostrato sempre il dodicesimo uomo in campo. Staremo a vedere chi si regalera’ al terzo turno della prossima settimana l’Atalanta.

By