L’Aeroporto Galilei chiude il bilancio in aumento rispetto al 2011

PISA – L’Aeroporto “G. Galilei” chiude il bilancio del 2012 in aumento e si conferma uno dei fiori all’occhiello della nostra città: oltre quattro milioni di passeggeri al giorno, 2400 persone impiegate all’interno della struttura e sessanta di indotto.

“La Sat, società che gestisce lo scalo pisano, chiude con un utile netto pari a 6,35 milioni di euro, in aumento del 45,4% rispetto ai 4,37 milioni di euro del 2011. E’ il risultato migliore nella storia della società”. Lo ha detto il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, che è anche presidente del Comitato di patto fra i soci pubblici che governa la società, a margine dell’assemblea degli azionisti che ha approvato il bilancio 2012. “E ho votato il documento finanziario – ha aggiunto – con l’orgoglio di essere socio di una grande azienda a maggioranza pubblica che dà risultati eccellenti anche in tempi di grave crisi economica, che si dimostra solida, con una fortissima progettualità e con grandi investimenti totalmente autofinanziati. Tutto ciò in piena condivisione con i soci privati”.

Le parole del Sindaco Marco Filippeschi. “Lo scalo pisano resiste bene alla crisi e chiude il 2012 sostanzialmente con lo stesso volume di traffico dell’anno precedente: 4,5 milioni di passeggeri, con un dato di tenuta migliore dell’1,3% rispetto all’intero sistema aeroportuale italiano nonostante la crisi di Wind Jet e le perdite che ciò ha prodotto in voli e passeggeri”. “Nel ‘Galilei’ – ha concluso – lavorano 2.400 persone: è tra i poli occupazionali più importanti della Toscana, che genera altrettanto lavoro sui territori. La solidità strategica di Sat é garantita dal grande piano d’investimenti: circa 150 milioni di euro entro il 2015, per ammodernare l’aerostazione e costruire il People Mover, la metropolitana di superficie che collegherà l’aeroporto alla stazione. In cantiere ci sono anche opere per migliorare l’inserimento ambientale come l’allungamento delle piste e la delocalizzazione di un borgo di abitazioni rimaste intercluse fra la strada di grande comunicazione Pisa-Firenze e il sedime aeroportuale. Il comune di Pisa, d’intesa con la Regione, è impegnato per il raggiungimento di tutti gli obiettivi nel rapporto con il governo nazionale e l’Enac”.

You may also like

By