In prima nazionale a NavigArte 2021 “LA NONA. Quel che resta di noi e della terra”

PISANavigArte 2021 entra nel vivo con tre serate speciali al Giardino Scotto (Lungarno L. Fibonacci).

Venerdì 17 settembre alle 21 va in scena in prima nazionale “LA NONA. Quel che resta di noi e della terra” della Compagnia Con.Cor.D.A./ Movimentoinactor Il tema dello spettacolo ideato dalla coreografa Flavia Bucciero, costruito sulla Nona Sinfonia di L.W. Beethoven e interpretato dai danzatori Daniele Del Bandecca, Pauline Manfredi, Elisa Paini e Luca Tomao, è la saldatura della frattura tra uomo e natura, che ha rotto l’armonia delle origini e generato malattia e morte. Solo una rigenerazione, che passa attraverso la sofferenza e la morte , intesa come catarsi, può dare luogo ad un nuovo ordine. Interventi di musica elettronica di Antonio Ferdinando Di Stefano, mascherine artistiche di Delio Gennai , disegno luci Riccardo Tonelli. Segue alle 21.45 lo spettacolo “Broken Lives” della Compagnia ProArt-Brno proveniente dalla Repubblica Ceca, con il sostegno del Ministero Ceco della Cultura. La coreografia di Martin Dvořák ruota attorno alla vite spezzate dei tre protagonisti della storia: Danuše Muzikářová, Stanislav Valehrach e Jiří Ševčík, uccisi dalle milizie nel centro di Brno nel terribile “agosto” del 1969. I ricordi dell’agosto dell’anno precedente avevano spinto loro e molti altri giovani a manifestare nelle strade di Brno, perché insoddisfatti dello sviluppo politico dopo l’occupazione e desiderosi di esprimere liberamente la loro opinione e ricordare le vittime delle “torce vive”. Sabato 18 settembre alle 21.00 si terrà la replica di “Broken Lives”e a seguire alle 21.45 “Save the Earth” della Compagnia Mandala Dance Company. Lo spettacolo di Paola Sorressa è un dittico coreografico dedicato ai temi ambientali e all’acqua, elemento essenziale per la sopravvivenza umana, è da sempre simbolo di vita ma anche di conoscenza, saggezza, purificazione e guarigione, collegata all’aspetto femminile, è simbolo di mutevolezza e di adattabilità. Nella seconda coreografia, l’autrice consapevole dell’immensa bellezza della terra che ci ospita, vuole lanciare un messaggio di sensibilizzazione al suo rispetto. Domenica 19 settembre alle 21.00 torna la Compagnia torinese Egri Bianco con “Racconta-mi-racconto”. Lo spettacolo firmato da Rahael Bianco nasce come sviluppo di  un format innovativo che ha preso il via a inizio 2021 per dare una testimonianza del momento storico emergenziale che abbiamo vissuto. Per alcuni mesi gli artisti della Compagnia hanno raccontato se stessi attraverso coreografie in video, sollecitando il pubblico a scegliere il danzatore con cui trovava più affinità per lasciare un commento/testimonianza rispetto alla propria esperienza vissuta, diventando così in prima persona protagonista del processo creativo. Chiude la serata alle 21.45 ,  la replica di “LA NONA. Quel che resta di noi e della terra” della Compagnia Con.Cor.D.A./Movimentoinactor

In caso di maltempo gli spettacoli verranno rappresentati presso il Teatro Nuovo di Pisa, in piazza della Stazione

Il Festival NavigArte 2021 – XI Edizione è organizzato da Con.Cor.D.A., Residenza artistica della Toscana e da Movimentoinactor Teatrodanza ed è sostenuto da Regione Toscana, Comune di Pisa, Fondazione Pisa, UniCoopFi Sezione Soci Pisa

INFO E PRENOTAZIONI

Teatri di Danza e delle Arti – Corte Sanac 97/98 – Pisa

(+39) 050 501463 – Obbligo di Green Pass e di prenotazione per tutti gli eventi, compresi quelli a ingresso gratuito a navigarte.info@gmail.com

www.movimentoinactor.it

Pagine Facebook e Instagram NavigArte

By