Il Sindaco Marco Filippeschi: “La Green Economy può diventare il volano della nuova economia”

PISA – La Green Economy legata alle opportunità di lavoro nel nostro territorio in relazione a progetti portati a termine e progetti futuri.

Tutto questo è stato discusso in una tavola rotonda organizzata da Federico Eligi, leader dei Riformisti Per Pisa, nella sede Provinciale del PSI di Via S. Cecilia alla presenza del Sindaco di Pisa Marco Filippeschi e quella di Stefano Giampaoli responsabile di Star Bussines uno dei principali promotori con Marco Gisotti (redattore di Green Job) di Ecocity che si è svolgerà dal 21 al 24 Novembre prossimo al Palazzo dei Congressi. Hanno presenziato al dibattito il vice-presidente di Confcommercio Alessandro Trolese, il presidente di Geofor Paolo Marconcini Alessandro Fiorini (Pisamo) il segretario della Uil di Pisa Renzo Rossi.

Una serata interessante in cui si è discusso sulla possibilità che la Green Economy può dare a Pisa in relazione ai progetti sull’urbanistica, sull’energia, sui rifiuti, sui trasporti.

Energia. Il Comune di Pisa ha già aderito al Patto dei Sindaci per ridurre le proprie emissioni del 20% in particolare il percorso verso il Paes (Piano d’Azione Energia Sostenibile)

Trasporti. La nostra città sta contribuendo alla diffusione della mobilità elettrica e di una rete di approvvigionamento energetico per le auto e sul tema della mobilità dolce con i quasi 15 Km di pista ciclabile esistenti e 35 Km in progetto, oltre che il progetto People Mover che permetterà di ridurre il traffico urbano del 5%.

Rifiuti. La raccolta differenziata non basta più, occorre predisporre filiere per il riciclo e il riuso di materiali sapendo che esistono distretti industriali nella provicnia. Si tratta di una grande occasione per creare nuove filiere economiche e nuovi posti di lavoro. Pisa avrà a regime ben 5 centri di raccolta: un centro dedicato ai RAEE, tre centri ambientali mobili e due automatizzati ed il conferimento presso le isole ecologiche sarà condizionato. I cassonetti si apriranno con l’ausilio di una tessera ed attraverso un sensore volumetrico (presente nel contenitore) sarà possibile associare il volume conferito all’utente.

Le parole del Sindaco. “La Green Economy – esordisce il Sindaco Marco Filippeschi – è una sfida su cui tutti noi dobbiamo credere, perchè può diventare il volano di una nuova economia sulle idee già sviluppate e su quelle future. I due terzi del territorio comunale è nel verde con il Parco Naturale, a cui serve una protezione idraulica. A Pisa serve un economia dinamica, che può creare anche nuovi posti di lavoro. Dobbiamo metterci al passo. Noi in questi cinque anni abbiamo lavorato e lavoreremo ancora sull’uso delle vie d’acqua. Il lavoro sul recupero dei Navicelli è stato importante, con il riavvicinamento della città al suo fiume, che diventerà anche importante per il turismo. A breve partiranno anche i lavori dell’Incile a Porta a Mare. Il problema dei rifiuti può essere migliorato. La Toscana costiera ha 35 aziende che gestiscono i rifiuti i quali possono diventare una ricchezza perchè il loro riciclo e i lori punti sono fondamentali per l’ambiente. La Green Economy ci può aiutare sulla diseconomia e sulla perdita del controllo del processo che i rifiuti hanno”. Ma ci sono idee nuove – continua il Sindaco – che possiamo sviluppare come il recupero energetico del quartiere di Porta a Mare nell’area della St Gobain. Mi sono mosso personalmente con l’Università per sperimentare sul calore geotermico che potrà interessare una parte dell’area pisana che potrà cambiare radicalmente la nostra città nelle zone di Ospedaletto, Cisanello e S. Cataldo. Gli investimenti fatti dal Comune sul Parco di Cisanello sul turismo sono senza precedenti”.

Che cos’è la Green Economy. La Green Economy è stata definita dalla commissione europea “una economia che genera crescita, crea lavoro e sradica la povertà investendo e salvaguardando le risorse del capitale naturale da cui dipende la sopravvivenza del nostro pianeta”. Più recentemente, il programma delle nazioni Unite per l’ambiente ha divulgato il seguente concetto di green economy: “un’economia che produce benessere umano ed equità sociale, riducendo allo stesso tempo i rischi ambientali e le scarsità ecologiche. Nella sua espressione più semplice, un’economia verde può essere pensata come un’economia a basse emissioni di anidride carbonica, efficiente nell’utilizzo delle risorse e socialmente inclusiva”.

La Green Economy a Pisa. La nostra città è la terza come numero di imprese “Green” con 2.475 (21.5%) aziende preceduta solo da Firenze con 5.899 (19.3%) e Lucca 2.640 (21.1%). Seguono nell’ordine Prato, Arezzo, Livorno, Siena, Pistoia, Grosseto, Massa Carrara.

NELLA FOTO SOTTO MARCO GISOTTI (ECO CITY), FEDERICO ELIGI (RIFORMISTI PER PISA) E PAOLO MARCONCINI (PRESIDENTE GEOFOR) FOTO PISANEWS – VIETATA LA RIPRODUZIONE

20130509-014445.jpg

You may also like

By