Il Pisa non va oltre il pareggio contro il Santarcangelo. Capitan Morrone risponde a Guidone

RIMINI – Il Pisa non va oltre il pareggio (1-1) al “Romeo Neri” di Rimini contro il Santarcangelo affrontata per quasi tutto il secondo tempo in dieci per l’espulsione di Pelagotti. Buona la reazione nerazzurra dopo la rete del Santarcangelo.

PREVIEW. Davanti a Pelagotti agiranno i due mastini Paci e Lisuzzo con Pellegrini e Di Cuonzo esterni del pacchetto arrestato. A centrocampo confermatissimi capitan Morrone e Iori. Sull’out sinistro del campo fiducia ancora per Finocchio con Napoli che agirà ancora sulla corsia opposta. In attacco Braglia si affiderà al duo Stanco e Giovinco. Dunque a sorpresa Braglia apporta qualche variazione rispetto a domenica scorsa con Pellegrini schierato esterno basso. Stanco a sorpresa prende il posto di Arma, domenica scorsa autore di una doppietta che quest’oggi parte dalla panchina. Gli uomini di mister Fraschetti dopo il buon pareggio a Lucca deve rinunciare a Tavanti infortunato e a Graziani che non in perfette condizioni parte dalla panchina. Al loro posto il tecnico del Santarcangelo schiera Traore’, mentre nel 4-2-3-1 Radoi va a prendere il posto di Grazini. L’ex Marco Guidone e’ l’unica punta di ruolo della formazione romagnola, mentre Scicchitano non è nemmeno in panchina. Il Pisa si presenta a questo appuntamento in maglia rossa, il Santarcangelo risponde con la classica casacca gialloblù. Nella Curva Ospiti sono oltre 300 i tifosi nerazzurri arrivati in Romagna per le sorti dei loro beniamini.

20140907-105220.jpg

PRIMO TEMPO. Pronti via ed il Santarcangelo parte senza timori reverenziali nei confronti del Pisa e mette in difficoltà la squadra di mister Braglia nei primi minuti, dove Dicuonzo si becca anche l’ammonizione. La formazione di Fraschetti costringe il Pisa sulla difensiva nei primi dieci minuti. È Finocchio a scuotere i suoi con una paio di discese sulla corsia di sinistra guadagnando un angolo senza esito. Al 12′ è Napoli a servire Pellegrini che però non riesce ad effettuare il cross e pochi minuti dopo e lo stesso Nspoli ad andar via sulla destra, mette in mezzo ma Nardi è attento e blocca. Al 20′ seconda ammonizione per il Pisa ai danno di Pellegrini, con la squadra di Braglia che prima della mezz’ora si ritrova con i due esterni difensivi ammoniti. Il Pisa ha la grande occasione di passare in vantaggio al 27′ quando Napoli dalla destar mette in mezzo, ma Stanco non arriva per un non nulla all’appuntamento con il gol. Al 30′ e’ ancora la formazione di casa che si rende pericoloso con un contropiede dove però non riesce a servire Radoi e Pelagotfi puo’ anticitutti l’attaccante in uscita. È un brutto Pisa però che non riesce ad ingranare. Stanco alza sopra la traversa un cross da destra di Napoli. Al 38′ Braglia però corre ai ripari richiamato in panchina DiCuonzo già ammonito inserendo Costa. Nel finale di prima frazione due grandi occasioni per il Pisa con Finocchio che da pochi passi spara alto su traversone di Napoli. Nel recupero Morrone alza in spaccata sopra la traversa un bel taglio da sinistra di Costa. Si va al riposo sul risultato di 0-0.

SECONDO TEMPO. Alla ripresa delle ostilità per il Santarcangelo dentro De Respinis al posto di Pedrabissi. La squadra romagnola parte forte come nella prima frazione. Al 3′ l’ex Guidone lanciato a rete viene messo giù da Pelagoti in area. Rigore per i gialloblu locali ed espulsione per il portiere nerazzurro. Tra i pali entra Moschin con Finocchio che deve lasciare il campo. Dal dischetto per il Santarcangelo va Evangelisti, ma Moschin entrato a freddo si conferma para-rigori andando a tuffarsi sulla propria destra e respingendo il penalty del numero dieci romagnolo. Sospiro di sollievo per il Pisa. Subire gol in apertura di ripresa in inferiorità numerica sarebbe stato davvero penalizzante. Dopo il rigore fallito il Santarcangelo accusa il colpo, ma il Pisa produce solo una conclusione di Napoli dal limite dell’area. Braglia prova ancora a dare una scossa ai suoi: fuori Giovinco e dentro Arma. Ma è la squadra locale ad essere ancora una volta pericoloso con Guidone che lanciato a rete spara di poco alto sopra la traversa. Pochi istanti dopo brutto fallo di Bisoli a centrocampo su Morrone. Il centrocampista già ammonito viene graziato dall’arbitro. Per il Santarcangelo al 17′ fuori Radoi e dentro Graziani, che ha dovuto rinunciare a partire titolare per alcuni problemi fisici. Il Santarcangelo al 23′ passa in vantaggio. Palla a mezza altezza al limite dell’area di rigore, che l’ex Marco Guidone con un tiro al volo trova lo specchio e Moschin un passo in avanti non riesce ad arrivare sulla sfera che termina nel sacco. Pisa sotto di un gol a metà della seconda frazione. Dopo la rete subita il Pisa cerca di reagire e costringe sulla difensiva il Santarcangelo e alla prima occasione pareggia. Cross da destra di Pellegrini, Napoli non ci pensa su due volte e calcia verso la porta colpendo la traversa. La palla perviene a Morrone che con il destro mette alla spalle di Nardi. Grande esultanza dei tifosi e della panchina nerazzurra. Gol importantissimo in un momento davvero difficile. Ma nonostante l’inferiorità numerica il Pisa prova a vincere la partita. Costa da sinistra indovina un tiro-cross che supera Nardi ma va a sbattere sull’incrocio dei pali. Dopo qualche minuti di sbandamento i romagnoli si riassestano e con qualche contropiede fanno venire i brividi alla porta di Moschin. Dopo 3′ di recupero finisce 1-1. Il Pisa non riesce a strappare l’intera posta in palio. Un passo indietro nel gioco rispetto alla gara contro il Teramo.

You may also like

By