Il Liceo Artistico Russoli incontra le istituzioni provinciali e regionali. Angori: “Presto gli studenti avranno una nuova scuola”

CASCINA – Continuano i festeggiamenti per il 150esimo compleanno del Liceo Artistico Russoli di Pisa e Cascina. E se la prima giornata è stata caraterizzata dalla storia e dalla nascita, la mattinata di sabato 25 settembre ha visto l’incontro di docenti e studenti con le autorità comunali, provinciali e regionali.

di Antonio Tognoli

Accompagnati dalla dirigente scolastica Gaetana Zobel erano presenti Alessandra Nardini, assessore all’istruzione Regione Toscana, Massimiliano Angori, presidente della Provincia, Michelangelo Betti, Sindaco di Cascina, Claudio Loconsole, assessore all’istruzione del Comune di Cascina, Andrea Simonetti, Ispettore USR, Alessio Niccolai, presidente del Consiglio di Istituto, oltre al Prof. Cluadio Betti presidente nazionale ANMIG ed ex preside dell’Istituto.

Da sinistra la vicepreside Monica Cei a destra la Dirigente scolastica Gaetana Zobel

Ad aprire i lavori la dirigente scolastica Gaetana Zobel che ha ringraziato i presenti per la massiccia partecipazione facendo un pò la storia della scuola e descrivendo la situazione attuale di disagio e l’importanza e la valenza dell’istituto artistico. “Stiamo molto soffrendo per gli spazi e siamo in attesa della ristrutturazione della scuola. Per la prima volta siamo andati incontro al rifiuto nell’iscrizione degli alunni. L’orientamento a mio avviso non è adeguato. Gli spazi non voglio dire che non siano idonei, ma non sono adatti al nostro indirizzo e a quello che gli studenti devono fare. Il Liceo Artistico è sempre stato visto come una scuola alternativa, negli anni è stato un pò snobbato. Spero che si cambi rotta, ce n’è bisogno e spero che la Provincia e la Regione collaborino per farci arrivare fondi necessari al nostro indirizzo e alle cose che gli studenti devono fare“.

E’ sempre un emozione entrare all’interno di questo istituto che rappresenta la storia di Cascina – afferma Michelangelo Betti, Sindaco di Cascina – E’ stata la prima scuola in cui sono entrato, per motivi di lavoro di mio padre. Un legame affettivo che mim lega a questo istituto. Serve una profonda riflessione da parte della politica sulla scuola. I tempi sono cambiati così come le esigenze e i punti di vista nei licei sono diversi. Cascina è fra i pochi comuni che ha due realtà importanti come istituti secondari superiori. Il Liceo Artistico Russoli ha formato molti artigiani del nostro territorio. Come Comune di Cascina siamo disposti a collaborare come Regione e Provincia. Tra breve oltre a questo compleanno spero di tornare qui a tagliare il nastro per un nuovo edificio per tutti voi. Grazie e buon anno a tutti“.

Massimiliano Angori, presidente della Provincia

Sono emozionato a parlare davanti a così tanti studenti. Grazie ai docenti per aver organizzato queste due splendide giornate, il tutto non è affatto scontato in tempi di pandemia, afferma Massimiliano Angori, presidente della Provicia – Ci stiamo impegnando come Provincia per far si che abbiate nel più breve tempo possibile un nuovo edificio. Siamo in una fase avanzata, poi passeremo all’affidamento dei lavori che dureranno un anno, nel frattempo avrete una sede provvisoria (si pensa ad una parte del Politeama). L’investimento è di circa due milioni di euro per un nuovo edificio con gli adeguamenti sismici opportuni. Avrete una nuova e bellissima scuola“, ha concluso Angori.

La Dirigente scolastica Zobel insieme a Massimiliano Angori
Alessandra Nardini, assessore all’istruzione alla Regione Toscana

Con molto piacere ho rivisto questa mattina molti studenti in presenza. La pandemia ha messo a dura prova la scuola – afferma Alessandra Nardini, assessore all’istruzione della Regione Toscana – che è tornata al centro del dibattito politico così come la sanità ed il lavoro. Questo istituto deve continuare ad essere fucina di talenti e custodire ambizioni per portare in alto il proprio nome non solo a Cascina, facendo da trampolino per molti studenti e portandoli dritti al mondo del lavoro. Non esistono scuole di serie A e B. Lavorare sull’orientamento potrebbe essere utile per migliorare le offerte di parecchi istituti. La Regione Toscana sta lottando da anni contro l’abbandono e la dispersione. Tutti devono frequentare la scuola. Dopo mesi trascorsi in DAD sarà importante tornare in presenza“. Un consiglio a tutti gli studenti; “Assaporate questi anni perchè sono i migliori della vita“, Poi una raccomandazione: “Vaccinatevi, vacciniamoci tutti per vivere in sicurezza la nostra vita“.

Da quando questa giunta si è insediata – afferma Claudio Loconsole, assessore all’istriuzione del Comune di Cascina – abbiamo subito posto il problema dell’orientamento. Sono daccordo con la preside che va assolutamente rivisto soprattutto per la differenza tra questa scuola e gli altri tipi di licei“.

Il Prof. Claudio Betti assieme ad alcuni studenti nella biblioteca del Liceo Artistico Russoli di Cascina

A chiusura dei lavori, il Prof. Claudio Betti ex preside del Liceo Russoli ha ricordato alcuni ma importanti cenni storici del Liceo Artistico Russoli ad inziare dal numero di istituti che la Provincia poteva vantare nel 1792: ben 164 ricordando la nascita del primo istituto a Volterra (il più antico) e 90 dopo quello di Cascina. “Negli anni 80 c’è stato il boom. Ricordo che all’allora Sindaco Viegi dissi che stabilimmo il record di classi nell’84-85 con 32 e ben 520 alunni“. La chiusura è dedicata all’assassinio di Comasco Comaschi ucciso l’8 marzo 1922: “Il prossimo anno sarà il centenario della sua morte, era amato, migliaia di persone nei giorni successivi al suo assassinio visitarono la sua salma“.

La festa per i 150 anni del Liceo Artistico Russoli non si chiudono qui. Per il 30 ottobre sono in programma laboratori e interviste degli studenti ai maestri artigiani, mentre per il 20 e 21 novembre spazio agli incontri con i vari designer. Gli eventi si chiuderanno il 18 dicembre con un asta degli elaborati in ricordo di Lorenzo Malacarne e la premiazione del concorso “La scuola che vorrei“. Sempre il 18 dicembre spazio all’Open Day verso le famiglie e gli studenti delle scuole secondarie di primo grado e una mostra delle opere dello scultore Silvano Puccinelli.

By