Il derby della torre è gialloblu: le cussine esaltano il Palacus

CUS PISA VOLLEY – RJC SOFT TURRIS 3-2

Parziali: 25-20, 25-20, 23-25, 18-25, 15-10
CUS Pisa Volley: Masotti, Vicari, Cicconardi, Ferrari, Pizzolini, Guttadauro, Sergi, Paolini, Teglia, Casarosa S., Piozzi, Angelucci, Casarosa G., 1° All. Orsolini, 2° All. Testi

Partita delle grandi occasioni quella che si è svolta sabato sera al Palacus tra il CUS Pisa e la Turris. Un derby con le bandiere e i tamburi, spalti gremiti e pubblico col cuore in gola. La caratura degli sfidanti è alta, la posta in gioco è preziosa per una sfida al vertice di assoluta qualità. Entrambe le squadre si avvicinavano a questa sfida forti della loro imbattibilità, con la Turris leggermente indietro causa un paio di vittorie per 3-2, mentre le cussine non avevano lasciato punti alle spalle. Il risultato finale ha visto una grande vittoria delle gialloblu al termine di una gara davvero avvincente.

LA GARA – Il sestetto di Orsolini scende in campo con Masotti al palleggio, Cicconardi e Pizzolini di banda, Sergi e Paolini al centro, Ferrari opposta e Casarosa libero. Il CUS parte meglio nel primo e nel secondo set, con la gara in perfetto equilibrio e un servizio delle ragazze di Orsolini che mette spesso in difficoltà la ricezione avversaria. Attacco delle cussine impressionante con la Sergi e la Paolini. Questo permette al CUS di chiudere i primi due set sul 25-20 guidando la gara col risultato di 2-0. Le gialloblu vanno vicinissime a chiudere la partita, ma una reazione delle ospiti con un gran muro delle proprie centrali permette loro di aggiudicarsi il terzo parziale 23-25 riaprendo la partita. Orsolini prova ad effettuare alcuni cambi tattici con l’ingresso della Guttadauro per la Vicari e l’inserimento della Angelucci come opposta e della Piozzi, ma la squadra non reagisce, la stanchezza si fa sentire e la Turris tiene a distanza le padrone di casa. Arriva quindi il punto del 2-2 e la sfida si decide tutta al tie break

TIE BREAK – Rientra in campo la formazione cussina di partenza, le ragazze di Orsolini vogliono il riscatto, ma partono male. La Turris si porta sul 4-0 e l’andamento del tie break è inizialmente preoccupante. Sul 10-8 per la Turris qualcosa cambia. Entrano in gioco altre componenti: i sentimenti, il cuore, la forza del gruppo e la voglia di dimostrare che il CUS c’è, che le doti tecniche non si sono fatte da parte nonostante la stanchezza. Il pubblico accompagna in questo spettacolare finale le ragazze di Orsolini che ribaltano la situazione a loro favore. La Ferrari e la Teglia si dimostrano giocatrici di assoluta qualità e la gara è decisa con un missile della Pizzolini da zona 4. I tifosi esplodono, la loro gioia bandiere alla mano è impressionate e il derby dà la vittoria al CUS, che mantiene saldamente la vetta del campionato di serie D con 20 punti in 7 partite, grande orgoglio gialloblu.

COMMENTO – Ecco le parole di mister Orsolini: “Lo spirito della squadra è quello che mi è piaciuto di più; è grazie a questo che abbiamo vinto la partita. Sicuramente ci sono stati anche soluzioni tecniche adeguate e la rotazione delle giocatrici in momenti chiave con alcune pedine messe al posto giusto è stata importante con ingressi determinanti, ad esempio penso alla Teglia che ha fatto 4 punti al servizio al tie break. La squadra è coriacea ed è molto unita, non si abbatte mai. Lavorano tutte insieme benissimo da 3 mesi. Gli avversari sono una squadra forte con valori importanti e anche con qualcosa in più in alcune situazioni, ma noi siamo stati bravissimi dal punto di vista del carattere e della difesa. Si è vista da ambo le parti una pallavolo superiore alla categoria. La forza del CUS è l’unione del gruppo e le ragazze l’hanno dimostrato ancora una volta. Ringrazio infine il magnifico pubblico del PalaCus per il sostegno dimostrato.”

By