Il Benevento: per il momento un torneo al di sotto delle attese

PISA – Il Benevento arriva alla sfida di domenica prossima (ore 14.30) contro il Pisa, fresco di eliminazione dalla Coppa Italia Lega Pro, per mano del Latina e dopo la sconfitta nel derby campano contro la Nocerina al “S. Francesco”.

 In pochi giorni la formazione giallorossa, sebbene in due competizioni diverse avrà modo di affrontare le capo-classifica del girone B. Sotto le aspettative fino a questo momento il torneo dei sanniti, che hanno rafforzato la squadra, ma non sono riusciti, prima con Imbriani, poi con l’ex allenatore nerazzurro Ugolotti la quadratura del cerchio. Nelle tredici partite sin qui disputate magro carnet per il Benevento che ha totalizzato solo quindici punti, con una media punti poco al di sopra del punto a partita.

Quattro le vittorie, tre i pareggi e ben sei le sconfitte. Diciassette i gol realizzati, ben quindici (uno a partita) quelli subiti. Magro bottino anche al “Santa Colomba” per Emanuele D’Anna e compagni, dove i giallorossi haanno ottenuto solo due successi, un pari e ben tre sconfitte. E pensare che dopo la sconfitta interna contro il Prato (2-1) la squadra giallorossa prima di cadere al S. Francesco e poi in Coppa con il Latina, sembrava aver ripreso il passo da grande, con la vittoria sulla Paganese (2-0) e i pareggi di alta quota con il Latina (2-2) in trasferta e il Frosinone al “Santa Colomba” (0-0). Quest’ultimo pari interno ha suscitato contestazione nei tifosi giallorossi e nell’ambiente tutto. Poi ci si è messa la sconfitta contro la Nocerina a complicare le cose. La società ha deciso per il ritiro punitivo fino al 22 dicembre prossimo, data dell’ultima gara del 2012. Oltre ad Emanuele D’Anna (capitano dei sanniti) che ha militato nelle file del Pisa dal gennaio 2007 (promozione in B con Braglia) a giugno 2009 (il primo anno di Ventura in B) nelle file dei giallorosse c’è un altra conoscenza del calcio pisano: il fluidificante sinistro Riccardo Bolzan. In testa alla classifica dei marcatori per la squadra giallorossa c’è Mancosu con quattro reti (tre su rigore). Segue con tre gol Altinier. A quota due Germinale e Marchi. Un gol a testa per Cipriani, Montiel, Pedrelli e Siniscalchi.

By