I Cobas al Sindaco Filippeschi: “I soldi di capodanno si possono spendere in maniera diversa”

PISA – “In tempi nei quali crescono disoccupazion e miseria sarebbe opportuno guardare a come si spenderanno i soldi per il 31 Dicembre andando in contro all’ennesima festa in piazza, ai soliti fuochi piromusicali mentre Pisa avrebbe bisogno di rilanciare un turismo intelligente e culturale e creare posti di lavoro stabili.

Marco Filippeschi

Sicuramente si sborseranno molte decine di migliaia di euro (di fondi pubblici e sponsorizzazioni – ma ricordiamo che l’impegno a ben governare non è solo utilizzare fondi per presenziare e apparire sui giornali, ma piuttosto ottenere fondi e veicolarli oculatamente per iniziative durature e di pubblica utilità) per spettacoli imbonitori, come già si vede in giro sui programmi. Cento mila euro in totale forse, o poco meno considerata anche la spesa del personale (solo l’agenzia di produzione dello spettacolo di Conticini costerà 12/13 mila euro) per subliminare le menti degli elettori con rassicuranti messaggi, che potrebbero essere diversamente usate per alleggerire il carico delle imposte che la collettività affronta omagari per sostenere chi vive in situazioni di estremo degrado e disagio. Un esempio? Si parla tanto della precarietà alloggiativa dovuta alla mancanza di soldi per la ristrutturazione delle case popolari che blocca o rallenta le assegnazioni e lo scorrimento delle graduatorie e allora sarebbe stato meglio azzerare la spesa e brindare al nuovo anno consegnando le chiavi degli alloggi resi idonei con i soldi dei fuochi e di tutto il resto”.

Fonte: Confederazione Cobas

By