Guardie di Città e Carabinieri sventano furto alla scuola di Putignano

PISA – Il Corpo Guardie di Città di Pisa in collaborazione con i Carabinieri hanno sventato un furto alla scuola Gamerra di Putignano, dove un uomo di origine milanese è stato arrrestato.

Negli ultimi 30 giorni sono state ventuno le scuole finite nel mirino di ladri e vandali ed il Comune di Pisa, prima di Natale, aveva convocato una riunione tecnica per fare il punto della situazione e trovare rimedi. Il Questore di Pisa Dr. Gianfranco Bernabei, il Comandante della Polizia Municipale Dr. Massimo Bortoluzzi, il Comandante del Nucleo Operativo dei Carabinieri della Provincia di Pisa Ten. Col. Gianni Fedeli ed il Comandante del Corpo Guardie di Città Ten. Daniele Paolicchi si sono riuniti ed hanno convenuto che tali azioni furtive non erano state causate da una banda organizzata ma da raid di diversi malviventi, pertanto prima delle festività natalizie sono iniziati attenti pattugliamenti ispettivi di controllo agli edifici scolastici che hanno evitato intrusioni indesiderate e permesso il fermo di una persona al complesso scolastico di Via Ximenes, 1 – Località Putignano.

La crisi sta facendo registrare un aumento generalizzato di furti, anche di alimenti, e purtroppo anche le scuole, e le loro mense, sono finite nel mirino dei ladri che fanno razzia di tutto quello che capita a tiro, ma nella maggior parte dei casi si tratta di esigui bottini che per le scuole significano invece enormi danni e disagi. Come è emerso dal summit sulla sicurezza dei plessi scolastici, i colpi messi a segno nelle ultime tre settimane non sembrano opera di una banda organizzata o specializzata in questo tipo di azioni, ma di singoli che riescono ad introdursi negli edifici forzando (senza scassinarle) le porte di ingresso (solo in alcuni casi sono entrati dalle finestre) e, indisturbati, a fare razzia di tutto quello che capita. I dirigenti scolastici si dicono amareggiati perché le scuole si trovano prive di importanti strumenti didattici e, in una scuola già disastrata (economicamente) come quella italiana, trovare i fondi per riparare i danni subìti (porte forzate e armadietti scassinati) e riacquistare gli oggetti rubati, diventa un vero problema. Dopo l’escalation di furti e dopo la riunione tecnica per fare il punto della situazione, capire il fenomeno e dare indicazioni utili ai dirigenti scolastici , è stato deciso di chiudere con le catene tutte le porte di emergenza, potenziare i sistemi di allarme e video-sorveglianza, aumentare i pattugliamenti ispettivi di controllo delle auto-pattuglie del Corpo Guardie di Città, istituto di vigilanza incaricato di mettere in sicurezza i plessi scolastici, e potenziare anche la vigilanza delle Forze dell’Ordine presenti in città.

I risultati sono subito arrivati, dopo diversi giorni in cui non si registravano intrusioni, grazie all’azione preventiva delle Guardie di Città e delle Forze di Polizia, la scorsa notte alle ore 23:21 è giunta alla centrale operativa del Corpo Guardie di Città una segnalazione di allarme intrusione dalla Scuola Albero Verde di Via Ximenes e alle ore 23.32 un’altra segnalazione dall’antifurto installato all’adiacente Scuola Moretti-Gamerra sempre in via Ximenes. Capito che si trattava sicuramente di un’intrusione sono state inviate sul posto le pattuglie delle Guardie di Città in servizio di Pronto Intervento che, arrivate sul posto dopo pochi minuti, sorprendono, all’interno del perimetro della scuola Moretti-Gamerra, un uomo, B. C. nato a Milano nel 1977, che dichiarava di essere in cerca di un posto dove poter passare la notte.
Le Guardie di Città relazionano la propria sala operativa di quanto accaduto e richiedono l’intervento delle Forze dell’Ordine che, dopo circa dieci minuti, arrivano sul posto (radiomobile dei Carabinieri) e prendono in consegna il soggetto per gli accertamenti del caso.

Dopo circa un’ora alle ore 00.21 perveniva alla postazione informatica della sala operativa del Corpo Guardie di Città un’altra segnalazione di allarme intrusione dalla Scuola Materna Galilei Via Ca’ De Ruggero a Cisanello. Anche in questo caso vengono prontamente inviate sul posto le auto-pattuglie delle Guardie di Città che, giunte in prossimità della scuola, notano uno scooter allontanarsi. Probabilmente un palo, notate le autopattuglie con le scritte fluorescenti del Corpo Guardie di Città ha avvisato il suo complice che era all’interno della scuola e si sono allontanati prima che arrivassero le guardie. Dopo aver ispezionato la struttura scolastica sono emersi segni di effrazione con una porta e una finestra aperte. Anche in questo caso le Guardie di Città relazionano la propria sala operativa di quanto accaduto e richiedono l’intervento delle Forze dell’Ordine che, dopo pochi minuti, arrivano sul posto con una volante della Questura di Pisa per i controlli ed i rilievi del caso.

You may also like

By