Giovedi 13 dicembre parte la stagione teatrale di Pomarance

POMARANCE – Ad aprire la Stagione 2012-2013 del Comune di Pomarance, un appuntamento importante con un grande interprete della scena italiana: ASCANIO CELESTINI con il suo spettacolo, forse il più celebre, Fabbrica. Le memorie operaie  tornano – dopo dieci anni dal debutto al Festival di Benevento nel 2002 – a raccontare un passato che ci accompagna nel presente: il nostro, quello di fabbriche in dismissione, di rinnovate lotte sindacali, di illusioni e difficoltà che ruotano intorno a quello che oggi è diventato un vero e proprio problema sociale: il lavoro; quel lavoro necessario per tutti noi, che è fonte di vita ma purtroppo a volte anche di morte. Uno spettacolo intenso, originale, divertente, più che mai attuale; in un anno di laboratori in giro per l’Italia, Ascanio ha raccolto storie, episodi, frammenti di racconti che ruotano intorno al vissuto fisico della Fabbrica. La volontà, di Officine Papage, Fondazione Toscana spettacolo e Comune di Pomarance, di invitare al Teatro Florentia un autore-attore noto come Celestini, nasce  con il preciso intento di portare un’esperienza artistica di grande valore in un Teatro che per molti anni ha accolto i più importanti nomi teatrali italiani. Lo spettacolo rappresenterà un’occasione speciale per il pubblico, perché parlerà della vita in fabbrica proprio nel “teatro di una fabbrica”, concepito, dall’architetto Giovanni Michelucci, come “piazza” dell’agglomerato urbano connesso agli edifici industriali di Larderello. Sul palcoscenico, davanti ad una scenografia tanto essenziale quanto suggestiva, troveremo un solo attore ad incarnare il vissuto di molte esperienze, pronto a raccontare (come in una lettera ad una madre lontana) il lavoro, attraverso una mimica eccelsa e un corpo evocativo. Chi racconta di fatica racconta sempre qualcosa del proprio corpo, per questo fin dalle prime battute i fisici dei personaggi balzano dalla narrazione alla ribalta: mutilati, feriti, fin troppo realistici oppure favolosi, prodigiosi, accentuati da un’affabulazione fantastica. Ascanio ci trascina nella corrente delle parole, ipnotico e ostinato, sfoglia storie che non hanno trovato posto nei libri, ci mostra sogni ed incubi quotidiani. Fabbrica è al Cinema Teatro Florentia di larderello, giovedì 13 dicembre alle ore 21.15. Posto unico: intero € 10; ridotto € 8; riduzione per under 18 e over 60. Prevendite e prenotazioni presso la biglietteria del Teatro il 12 dicembre dalle 16 alle 19, oppure telefonando allo 0588.67510. La novità di quest’anno è che i biglietti possono essere acquistati in prevendita anche presso il circuito Boxoffice della toscana e on-line al sito www.boxol.it . Info www.officinepapage.it .

By