Giorni intensi per la Compagnia di S. Ranieri

PISQ – Sono stati giorni intensissimi per la Compagnia di San Ranieri quelli della solennità del Santo Patrono, per tutta una serie di iniziative messe a punto per l’occasione.

Dopo l’ormai tradizionale e partecipato appuntamento nella Chiesa di San Pierino con “Ranieri di Pisa” (il racconto della vita del Santo attraverso i testi del biografo Benincasa letti da Agostino Cerrai e musicati da Claudiano Pallottini, ed eseguiti dalla Cappella Musicale del Duomo diretta da Riccardo Donati), nei giorni successivi la Compagnia ha ricambiato l’ospitalità ricevuta durante i suoiviaggi effettuati nel 2013 in Corsica a Montemaggiore (il borgo d’oltre mare che venera San Ranieri) e in Sardegna a Sassari alla Parrocchia di Santa Maria di Pisa. Sono state accolte complessivamente una trentina di persone che hanno partecipato ai solenni festeggiamenti religiosi in Cattedrale e civili sui Lungarni, incontrando l’Arcivescovo Benotto ed il Sindaco Filippeschi. Particolarmente emozionante la cerimonia di Ammissione alla Compagnia di San Ranieri di Augustin Franchi, della delegazione corsa di Montemaggiore, e di Antonio Fauli, della delegazione sarda di Santa Maria di Pisa, che hanno giurato nelle mani del Priore Riccardo Buscemi e del Correttore Mons. Giuliano Catarsi la fedeltà alla Regola e l’obbedienza all’Arcivescovo di Pisa, Primate delle Isole di Corsica e di Sardegna. “La Compagnia di San Ranieri” afferma il Priore Riccardo Buscemi “dice ARRIVEDERCI agli amici corsi e sardi, nostri fratelli in Cristo uniti dalla comune venerazione per Maria Santissima e San Ranieri, ed in prospettiva intende riprendere i contatti anche con Villamassargia, Palermo e Messina, che custodiscono chiese dedicate a San Ranieri, proponendosi di ravvivarne la devozione” A conclusione del soggiorno si è svolto un pranzo in onore delle due delegazioni, al quale ha partecipato anche il Presidente del Consiglio Comunale Ranieri Del Torto, per suggellare, dopo anni, la ripresa dei contatti tra Pisa, la Corsica e la Sardegna, da perpetuare nel tempo.

20140618-162906.jpg

By