E’ partita il 22 novembre l’indagine di soddisfazione sui pazienti ricoverati negli ospedali di Pontedera e Volterra

PONTEDERA – E’ partita il 22 novembre e si concluderà i 31 gennaio 2016, l’indagine sul grado di soddisfazione dei pazienti ricoverati, promossa dalla Regione in collaborazione con il Laboratorio Management e Sanità della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa che coordina la rilevazione ed elabora i dati.

I cittadini ricoverati nei due ospedali verranno invitati a compilare un questionario, con domande sull’assistenza ricevuta, sul loro grado di soddisfazione, sugli aspetti che devono essere migliorati. Quanto tempo è trascorso dal suo arrivo al pronto soccorso all’assegnazione di un letto? Da 1 a 5, come valuta l’assistenza ricevuta dal personale medico? In caso di bisogno raccomanderebbe a parenti e amici il reparto in cui è stato ricoverato? Sono alcune delle domande alle quali i pazienti potranno rispondere. “Ringrazio fin da ora i cittadini che accetteranno di partecipare all’indagine e dedicare dieci minuti del loro tempo alla compilazione del questionario – dice l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi – la Regione Toscana ha a cuore la qualità dell’assistenza dei suoi cittadini ed è per questo che da anni si impegna nel raccogliere la loro opinione ed esperienza rispetto ai servizi sanitari erogati. Il loro contributo è per noi molto importante. Conoscere la loro esperienza di ricovero, la loro opinione sul funzionamento dell’ospedale in cui sono stati ricoverati, avere idee e suggerimenti da parte loro, ci aiuta a migliorare la qualità dell’assistenza, con l’obiettivo di rispondere in modo sempre più adeguato ai bisogni di cura di tutta la popolazione”. Ascoltare la voce del paziente è un elemento fondamentale per migliorare l’assistenza. “Contiamo sulla partecipazione dei pazienti – sottolinea Mauro Maccari, vicecommissario dell’ASL 5 di Pisa – per avere idee e suggerimenti che ci aiutino a migliorare la qualità dei nostri ospedali». Al momento della dimissione dall’ospedale, a tutti i cittadini verrà consegnata una lettera firmata dall’assessore Saccardi, che spiega il significato dell’iniziativa; e le istruzioni per partecipare. Sarà possibile farlo su internet, per telefono o per posta. Tornato a casa, chiunque lo vorrà potrà compilare un questionario su internet, all’indirizzo www.indaginericoveri.sssup.it. Per accedere al questionario sarà sufficiente registrarsi e premere “entra”, poi si avranno tutte le informazioni necessarie per la compilazione. Chi preferisce rispondere alle domande per telefono, può chiamare il numero 050 883990 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 18) e lasciare i riferimenti con l’indicazione delle fasce orarie in cui si desidera essere contattati: un ricercatore del Laboratorio Management e Sanità della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, provvederà a richiamare successivamente per effettuare l’intervista telefonica. L’intervista telefonica durerà circa 10 minuti, e l’intervistato sarà libero di interromperla in qualunque momento. A un campione di pazienti il questionario sarà inviato a casa per posta: dovrà essere compilato e restituito tramite busta preaffrancata. Qualsiasi informazione che l’intervistato fornirà rispondendo al questionario sarà considerata assolutamente confidenziale, ai dati avranno accesso esclusivamente i ricercatori che condurranno l’indagine. I risultati saranno elaborati e resi noti in forma rigorosamente anonima, e non sarà possibile risalire alle persone che hanno partecipato all’indagine. Ogni operazione di trattamento dei dati sarà improntata ai principi di correttezza, liceità e trasparenza stabiliti dal codice sulla protezione dei dati personali.

By